fbpx
InformasaluteSport e Salute

Fumo e diabete: le sigarette aumentato i valori della glicemia nel sangue

Fumo e diabete hanno più legami di quanto si possa pensare

Dottoressa Luciana Cacciotti medico cerveteri fumo e diabete
la Dottoressa Luciana Cacciotti

Fumo e diabete: le sigarette aumentato i valori della glicemia nel sangue

Rubrica di informazione a cura della Dottoressa Luciana Cacciotti

Per prima cosa, se fumo e diabete hanno una relazione, si consideri che da sempre i produttori di sigarette aggiungono zucchero al tabacco per renderne meno spiacevole l’asprezza e facilitare l’inalazione.

Senza zucchero il tabacco produce un fumo alcalino irritante per le mucose e stimolante la tosse; con lo zucchero, invece, il tabacco produce un fumo acido che da un lato aumenta la quantità di nicotina e sostanze dannose aspirabili, dall’altro aggrava – se mai ce ne fosse bisogno – la dipendenza del tabagista. La cosa sorprendente è che quasi nessun fumatore sa che le sigarette contengono anche zucchero e che lo zucchero fa aumentare le circa 4.000 sostanza tossiche nel fumo. 

Il secondo punto di contatto tra fumo e diabete è che l’uno può provocare l’altro.

Insieme all’obesità anche il tabagismo è un fattore di rischio per la ridotta risposta delle cellule all’azione dell’insulina (detta insulino-resistenza), da cui spesso ha origine il diabete di tipo 2. Qualcuno ha provato a quantificare questo rischio; è emerso che chi fuma ha circa il 44% di rischio in più di sviluppare il diabete rispetto a chi non fuma.

Il terzo legame, infine, riguarda chi già ha già avuto una diagnosi di diabete e continua a fumare.

In questo caso le sigarette possono aggravare le complicanze della malattia, soprattutto quelle cardiovascolari. Il motivo è semplice. Le sostanze tossiche del fumo e gli alti livelli di glucosio nel sangue tipici del diabete agiscono sull’apparato cardiocircolatorio in modi non troppo diversi, danneggiando le pareti delle arterie e favorendo la formazione di placche aterosclerotiche.

Le placche riducono la capacità dei vaso sanguigni, aumentando i rischi di ictus e infarto, malattie renali e disfunzione erettile (impotenza). Per i diabetici fumatori queste complicanze sono quasi doppie rispetto ai diabetici che non fumano.

Il diabete di tipo 2 è una malattia sociale, anzi la malattia sociale per eccellenza.

Contano, infatti soprattutto le cose che mangiamo e beviamo, l’attività fisica che riusciamo a fare, le dosi di inquinamento e stress cui siamo esposti e – in modo non trascurabile – la scelta di fumare o di smettere.

Altre informazioni sulla ricerca scientifica sulle connessioni tra fumo e diabete qui. Per seguire la Rubrica Sport e Salute di Baraondanews a cura dei professionisti del territorio vai su questa pagina.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Sport e Salute

Il 26 maggio del 1991 Cerveteri approda nel calcio che conta, la serie C2

Sport e Salute

Fate largo a sua Eccellenza Cerveteri. Gli etruschi promossi, scende il Ladispoli?

Sport e Salute

Lazio, dal 25 maggio riprende l'attività ambulatoriale

Informasalute

Asl Roma 4 avvia test sierologici presso le tende a Civitavecchia e Bracciano

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.