fbpx
 
AttualitàCittà

Documenti di settant’anni fa ancora di stretta attualità

di Angelo Alfani

Sarà dipeso dal susseguirsi ininterrotto di calure luciferine che in molti abbiamo provato a far finta di nulla inventandosi occupazioni spesso effimere. Io ho cercato frescura ,con poco risultato invero, cercando di sistemare le migliaia di fotocopie e qualche documento originale (salvato da cattiva sorte), del recente passato del nostro territorio.
Mi sono ricapitate tra le mani due lettere/documento, inviate dalla Associazione “Pro Ladispoli”, facente parte dell’ente provinciale del turismo : una del12 marzo 1951 ,l’altra del 10 giugno dello stesso anno.

Sono, ritengo, la prova provata di come questa associazione ,antesignana della Pro loco, si occupasse non solamente di feste, sagre e culturame medio basso,ma affrontasse anche importanti questioni sociali, proponendo soluzioni alle Autorità preposte.

CERVETRANI A MARE

La prima lettera a firma di De Michelis è indirizzata al signor Irelli dell’ufficio di collocamento di Cerveteri, al sindaco, al signor Parruccini=collocatore in Ladispoli ed alla Amministrazione Martini Marescotti ( quella del notorio Campo da football divenuto insediamento commerciale ed abitativo in tempi recenti). Una lettera che affronta tematiche antiche ma ancora presenti: il lavoro, la mancanza di lungimiranza, la scarsità di rifornimento.

Scrive il De Michelis: Mi faccio dovere segnalare alla S.V. che molti lavori di edilizia in Ladispoli stanno ristagnando per la deficienza nel rifornimento di tufo da parte della Cava di Cerveteri. Ciò porta grave danno alla mano d’opera ,costretta di frequente ad interrompere i lavori, agli autotrasportatori, obbligati a lunghe ed improduttive soste, e compromette l’economia generale del paese. Considerato che anche in Cerveteri molti sono gli operai disoccupati, prego la S.V. di voler esaminare la possibilità di un intervento affinché venga aumentato il numero dei cavatori allo scopo di permettere una sollecita evasione delle richieste di materiale e di evitare per l’avvenire l’inconveniente lamentato. Con osservanza

La seconda lettera affronta un tema più specifico della cittadina balneare: quello relativo alle spiagge libere. Tema che si ripropone ogni anno al quale sembra non trovarsi soluzione se ,stando alle statistiche ufficiali gli spazi gestiti da privati sono in aumento costante. La lettera, indirizzata al sindaco di Cerveteri è firmata dal nuovo presidente Luigi Bartoli, che scrive:

Questa Associazione, rendendosi conto del buon diritto che convalida il desiderio espresso dalle categorie meno abbienti di cittadini e di villeggianti di Ladispoli di poter disporre di arenili gratuiti, si dichiara favorevole, limitatamente al corrente anno 1951 all’uso degli arenili antistanti alle rotonde del lungomare alle seguenti condizioni:
A ) Su detti tratti di arenile venga consentito esclusivamente l’impianto di ombrelloni di tipo balneare aperto, con proibizione di ombrelloni del tipo chiuso ,di tende ed altre attrezzature di fortuna.

B ) Da parte del Comune venga effettuata su questi arenili una severa vigilanza al fine di evitare abusi da parte dei bagnanti, e che si provveda al relativo servizio di pulizia.
Questa Associazione inoltre fa voti che, per la prossima stagione balneare 1952 e seguenti il Comune assuma, con destinazione ad arenili liberi i due tratti situati a levante ed a ponente della spiaggia e precisamente i due tratti compresi rispettivamente fra lo Stabilimento Oasi e la foce del torrente Sanguinara e fra lo Stabilimento dei Ferrovieri e la foce del torrente Vaccino, dotando questi arenili di impianti sufficienti di gabinetti e docce, Con osservanza

Al di là del tono, che oggi si potrebbe definire non politically correct e dalle venature classiste, la problematica delle spiagge libere sufficientemente attrezzate e del decoro da far rispettare di quelli che a quel tempo si definivano “fagottari “, è di stretta attualità ed è mia convinzione che lo sarà per molti anni ancora.

Post correlati
Città

Santa Marinella, Tidei: “Proposte per la ex piscina comunale”

CittàCulturaEconomiaItaliaNotizie

Turismo: Cerveteri, Ladispoli e Santa Marinella al TourismA 2022

Città

Ceveteri, a Piazza Morbidelli messi a dimora 5 nuovi alberi

CittàCultura

Ladispoli, omaggio a Morricone per i 30 anni del Sacro Cuore

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.