fbpx
Notizie

Covid19, caos per l’audio virale sul San Paolo. La ASL pronta alla denuncia: “Rispettati i protocolli”

Covid19, caos per l’audio virale sul San Paolo. La ASL pronta alla denuncia: “Rispettati i protocolli”

Un audio di una presunta dipendente Asl che descrive una “situazione catastrofica al San Palo con reparti in cui l’emergenza covid19 è sfuggita di mano” sarebbe diventato virale a Civitavecchia. Sempre la presunta dipendente nell’audio si rivolgerebbe ai cittadini dicendo di evitare l’ospedale.

Immediata la risposta della ASL RM4:

La Asl Roma 4 in data odierna è venuta a conoscenza di un messaggio vocale trasmesso tramite WhatsApp che sta girando in queste ore sui telefoni dei cittadini, presumibilmente inviato da una dipendente della Asl. Ci corre l’obbligo precisare che nell’ospedale S. Paolo sin dall’inizio dell’epidemia, poi divenuta pandemia, si sono applicati tutti i protocolli e le direttive nazionali e regionali di volta in volta adottate.

Far passare la direzione aziendale dell’ASL per persone irresponsabili che mettono in pericolo la salute dei cittadini è molto grave e di queste gravi dichiarazioni sarà chiamato a risponderne colui che le ha divulgate. È inoltre da stigmatizzare il comportamento della persona che ha diffuso il nome del medico citato nel messaggio.

Si specifica inoltre che contrariamente a quanto contenuto nel messaggio oggetto di divulgazione, i dati comunicati dalla Asl Roma 4 non sono stati mai alterati dall’azienda sanitaria, tali dati sono inviati giornalmente al Seresmi e alla Regione Lazio, e su richiesta della stampa locale, l’ufficio comunicazione giornalmente fa una distinzione tra casi di cittadini contagiati sul territorio, e operatori sanitari contagiati.

Si evidenzia altresì che il dato elevato di riscontri di casi positivi, è chiaro indice di virtuosismo da parte della Asl, che si sta prodigando nell’effettuare tamponi per una media superiore ad altre realtà con maggiore densità di popolazione. In particolare la Asl nel’ultimo periodo ha iniziato un lavoro capillare sul personale dell’ospedale San Paolo e presso le altre strutture sanitarie del territorio, per individuare casi di positività tra gli operatori sanitari. Casi che, ricordiamo, se riscontrati positivi sono stati posti in isolamento per la sicurezza della salute pubblica, nell’immediato.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Cerveteri, vietato il transito di cani nel settore nord del Monumento naturale Palude di Torre Flavia

CittàNotizie

Ladispoli, assegnata nuova delega a Luca Quintavalle

Notizie

Coronavirus, 11 casi positivi e zero decessi nel Lazio

Notizie

Coronavirus, un nuovo positivo a Cerveteri

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.