fbpx
Attualità

Coronavirus, a Fiumicino attivo il presidio in piazzale Molinari per i tamponi rapidi

2 Condivisioni

Scopo dell’iniziativa: alleggerire la pressione sul sistema sanitario dovuta all’aumentare dei contagi da coronavirus

Coronavirus, a Fiumicino attivo il presidio in piazzale Molinari per i tamponi rapidi –

È stato inaugurato nel primo pomeriggio il presidio sanitario in Piazzale Molinari (ex Mediterraneo) a Fiumicino in cui da oggi saranno effettuati i test antigenici rapidi da parte dei medici di famiglia e dei pediatri di libera scelta che hanno aderito all’accordo collettivo nazionale.

Coronavirus, a Fiumicino attivo il presidio in piazzale Molinari per i tamponi rapidi
Coronavirus, a Fiumicino attivo il presidio in piazzale Molinari per i tamponi rapidi

“Lo scopo dell’iniziativa – spiegano dal Comune di Fiumicino – nata da un accordo del Comune di Fiumicino con il Commissario straordinario della Asl Rm3 Giuseppe Quintavalle, con la Direttrice del Distretto sanitario di Fiumicino Maria Letizia Eleuteri e grazie al contributo della Misericordia di Fiumicino, è quello di alleggerire la pressione sul sistema sanitario dovuta all’aumentare dei contagi da coronavirus”.

“Per fare il tampone i pazienti di ciascun medico, dopo che il medico stesso avrà determinato la necessità di fare o meno il tampone, si recheranno alla postazione previo appuntamento, in auto o a piedi”.

“Il risultato sarà consegnato dopo alcuni minuti dagli operatori della Misericordia direttamente ai pazienti che avranno atteso in auto o nella sala di attesa allestita all’aperto”.

“Gli assistiti dei medici che ancora non hanno dato la disponibilità a eseguire i tamponi nel presidio saranno seguiti dai dottori presenti, ma ciò varrà solo per quei pazienti che abbiano già fatto la quarantena di dieci giorni”.

“Questo presidio sanitario nasce grazie all’ottima collaborazione con la Asl Rm3 e con l’associazione Misericordia di Fiumicino”.

“Lo abbiamo allestito non appena la Asl ci ha chiesto di fare questo intervento qualche giorno fa e, dopo un po’ di tempo dovuto principalmente all’organizzazione dei medici stessi, oggi siamo in grado di partire”.

“Già tante persone si sono messe in fila, in attesa di fare il tampone rapido, magari per rientrare a scuola, a lavoro, per fare un concorso”.

“Il presidio è costituito da una unità mobile, con la presenza fondamentale dei medici di famiglia, in base a un accordo stipulato da loro con Asl e Regione”.

“Ovviamente rimangono attivi anche i presidi di Cargo City, dove è in campo la Croce Rossa, e quello all’interno del T3 in aeroporto per i passeggeri”.

“Ma la vera novità di questo presidio è che ci aiuta ad andare dentro alle famiglie. Uno dei problemi fondamentali che abbiamo, infatti, è riuscire a prevenire e contenere il fenomeno di diffusione del virus all’interno delle singole famiglie”.

2 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
AttualitàEvidenzaFoodNotizie

Soda Fountain Company inventa i fusti di cocktail alla spina: la rivoluzione del ready to drink nei migliori locali di Roma e provincia

Attualità

Vaccini in base al Pil? La proposta dell'assessore lombarda Moratti. E' polemica

Attualità

Civitavecchia: focolaio di coronavirus al Comune

Attualità

Cerveteri: prosegue l'impegno della Protezione civile

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.