fbpx
 
AttualitàCittà

Due grandi concerti sinfonici-multimediali di Solidarietà per la PACE hanno chiuso il 2022 a Civitavecchia e Ladispoli.

L’orchestra giovanile Massimo Freccia con la partecipazione dell’attore Agostino De Angelis, ha realizzato due eventi indimenticabili

concerti PACE Civitavecchia Ladispoli

Due grandi concerti sinfonici-multimediali di Solidarietà per la PACE hanno chiuso il 2022 a Civitavecchia e Ladispoli. –

L’Orchestra giovanile Massimo Freccia diretta dal maestro Massimo Bacci, con la partecipazione dell’attore Agostino De Angelis, ha realizzato due eventi davvero indimenticabili: il primo nella Chiesa di San Giuseppe a Civitavecchia, e il secondo a Ladispoli nella Chiesa Santa Maria del Rosario.

Due grandi concerti sinfonici-multimediali di Solidarietà per la PACE hanno chiuso il 2022 a Civitavecchia e Ladispoli.

concerti PACE Civitavecchia Ladispoli

Le iniziative, patrocinate dalla Città metropolitana di Roma Capitale, dal Comune di Civitavecchia e dal Comune di Ladispoli, hanno unito il litorale a nord di Roma in un forte segno di fratellanza e dialogo tra i popoli, in un accorato appello affinché si fermino le violenze che stanno colpendo drammaticamente i bambini, le donne, gli uomini dell’Ucraina e del resto del mondo.

In entrambe le città, prima del saluto dei rispettivi Sindaci, il concerto è iniziato con l’esecuzione degli inni nazionali italiano e ucraino; poi un’ora e mezza di rappresentazione che ha coinvolto intensamente sia il pubblico che gli artisti.

concerti PACE Civitavecchia Ladispoli

La musica dei “Quadri di un’Esposizione” di Mussorgsky-Ravel e della Sinfonia “Incompiuta” di Schubert si è unita ad un momento multimediale centrale. Il percorso video-pittorico, principalmente basato sulle opere di Pier Augusto Breccia, ha interagito in tempo reale con la declamazione di Agostino De Angelis dell’”Inno alla Vergine” dal Canto XXXIII del Paradiso dantesco accompagnato dal Messiaen del clarinetto solo di Luigi Scognamiglio e dall’OgMF che ha rapito tutti con una toccante esecuzione dell’”Aria sulla IV corda” di Bach e dell’”Intermezzo” di Mascagni.

concerti PACE Civitavecchia Ladispoli

Tre momenti che hanno stimolato una profonda riflessione in un crescendo ininterrotto di emozioni.
La grande orchestra sinfonica ha sfoggiato una tempra stilistica ed esecutiva di raro ascolto, confermando ancora una volta la profonda empatia musicale che la lega al suo direttore.

Il maestro Massimo Bacci, che ha curato l’organizzazione artistica degli eventi, ha sottolineato la grande forza comunicativa di questo programma musicale/pittorico/letterario – “Ci tengo a ringraziare tutti i membri dell’Orchestra giovanile Massimo Freccia, le Istituzioni, gli artisti e quanti si sono adoperati affinché gli eventi potessero aver luogo, per testimoniare, con la voce della cultura, la nostra speranza affinché cessino al più presto le ostilità e la luce prevalga sulla decapitazione della sapienza. Proprio le note finali calme e serene dell’Incompiuta, capolavoro di Schubert di perfetta bellezza, siano di auspicio affinché si raggiunga presto l’agognata pace dell’animo umano”.

Post correlati
CittàCronaca

Incendio in un capannone a Castel Romano, sul posto i vigili del fuoco

AttualitàCittàCultura

Caere: quando una grande metropoli si perde nella nebbia della Storia. Ovvero il legame indissolubile tra la città dei vivi e la città dei morti

Città

Civitavecchia, l'assessore Napoli: "Un tavolo inclusivo al Parco della Resistenza"

Attualità

Banconote false, 376mila ritirate nel 2022: i tagli più contraffatti 20 e 50 euro

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.