fbpx
Città

Civitavecchia, studenti spagnoli e tedeschi ospiti allo Stendhal

“In queste occasioni i ragazzi mettono alla prova i loro limiti e le loro possibilità. Sono utilissime per migliorare e per far comprendere l’importanza della padronanza delle lingue straniere”

Civitavecchia, studenti spagnoli e tedeschi ospiti allo Stendhal

Civitavecchia, studenti spagnoli e tedeschi ospiti allo Stendhal
Civitavecchia, studenti spagnoli e tedeschi ospiti allo Stendhal

Si sono conclusi i tre giorni di lavoro per gli ospiti Erasmus di Lorrach e di Barcellona che hanno lavorato fianco a fianco con gli studenti dello Stendhal.

Tre giorni intensi durante i quali si sono confrontati con le diverse opportunità lavorative che lo Stendhal offre ai suoi allievi e ai rapporti tra attività di studio e l’inserimento nel mondo del lavoro. Così dopo una prima giornata di confronto teorico in cui sono state presentati, nell’Auditorium dello Stendhal, le metodologie di orientamento dei diversi sistemi educativi, si è passati direttamente alla pratica.

Una giornata romana durante la quale la guida Giacomo Orlando ha illustrato con esempi pratici in che modo approcciare il turista, in questo caso il giovane turista, per introdurlo nella straordinaria realtà della Roma antica.

Il terzo e ultimo giorno, grazie alla Capitaneria di Porto e alla Guardi Costiera, gli ospiti hanno potuto invece entrare nel vivo della città portuale, che rappresenta sempre di più un’opportunità di lavoro per i giovani studenti e per tutta la città. Quindi una sosta per il pranzo da Dolce e Salato dove la ristoratrice, appena diplomata nei corsi per adulti dello Stendhal, ha accolto con il consueto calore e affetto gli ospiti.

Nel pomeriggio un importante incontro con i giovani imprenditori ristorativi di 80 Fame e di 8.0. Flavio Benedetti, Matteo Pignanelli e Renzo Palassini hanno raccontato come, con grande passione e sacrificio, hanno realizzato le loro idee progettuali: un nuovo modo di fare ristorazione che coniuga la tradizione all’innovazione.

“Quasi tutto lo staff di queste due imprese ristorative è uscito dalla nostra scuola” ha spiegato il professor Campo responsabile del progetto “e vedere quanta professionalità hanno saputo sviluppare questi ragazzi è davvero per noi docenti di grande incoraggiamento”.

La professoressa Brunetti, che ha sostenuto questi tre giorni con il supporto linguistico ha voluto sottolineare l’importanza per gli studenti nella loro crescita personale e per il loro miglioramento nell’apprendimento delle lingue.

“Queste sono le occasioni nelle quali i ragazzi mettono alla prova i loro limiti e le loro possibilità, sono utilissime per migliorare e per far comprendere l’importanza della padronanza delle lingue straniere”.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
AttualitàCittà

Ladispoli, 'Open day' e Notte Bianca al Liceo Pertini

CittàNotizie

Maltempo, Sindaco Tidei: “Fondamentale la pulizia programmata di fossi e caditoie”

Città

ANPI Santa Marinella: ''Diamo voce alla resistenza curda contro guerre e frontiere''

AttualitàCittà

Gli studenti dell’Alberghiero di Ladispoli visitano la Posta Vecchia

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista
Hai bisogno di aiuto?