fbpx
Notizie

Ciclovia, niente fondi dalla Regione per Ladispoli e Cerveteri

 I 16 milioni di euro saranno usati per finanziari diversi cantieri in altre città del litorale come Montalto di Castro Il vicesindaco di Cerveteri, Giuseppe Zito: «Pronti a lavorare per guadagnarci i finanziamenti dei prossimi anni»

Ciclovia, niente fondi dalla Regione per Ladispoli e Cerveteri –

Una pista ciclabile che vada da Civitavecchia a Fiumicino attraversando uno per uno tutti i comuni del litorale a nord di Roma.

A presentare il progetto erano state le varie amministrazioni comunali del territorio.

Il tutto per cercare di accaparrarsi il finanziamento della Regione Lazio che aveva messo a disposizione dei comuni una ingente somma per dare il via al progetto: 16milioni di euro per 500 chilometri di nuove piste ciclabili.

E così per il bando dello scorso anno sono stati presentati 130 progetti da tutto il Lazio.

Di questi solo una ventina sono riusciti a ottenere i finanziamenti regionali (tra cui Montalto di Castro e Trevignano Romano).

Niente da fare invece per Fiumicino, Ladispoli, Cerveteri, Santa Marinella e Civitavecchia.

Secondo quanto spiegato dal vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici di Cerveteri, Giuseppe Zito, molto probabilmente a essere stati “preferiti” dalla Pisana sono stati i progetti immediatamente cantierabili.

Bisognerà dunque lavorare sotto questo aspetto per cercare di riuscire a rientrare nella prossima tranche, che molto probabilmente verrà “liberata” già il prossimo anno.

«Il prossimo obiettivo – ha spiegato il vicesindaco Zito – è quello di sederci tutti insieme (le amministrazioni comunali, ndr) per ‘approvazione di un progetto di fattibilità che riesca a rientrare tra quei progetti che potranno godere della prossima tranche di finanziamento da parte della Pisana».

Il progetto relativo a Cerveteri prevedeva un percorso ciclopedonale da realizzare a Marina di Cerveteri sul percorso già esistente per poi costeggiare il fiume Zambra fino ad arrivare a Ladispoli, passando per il lungomare e la Palude di Torre Flavia.

Da qui il percorso si sarebbe snodato su via Roma, passando per la ciclabile di via Claudia per poi proseguire lungo via del Porto, su per il ponte sul Vaccina e poi ancora verso i giardinetti di via Ancona/Odescalchi, arrivando così sul cavalcavia sul Sanguinara per potersi rincongiungere alla ciclabile di Palo, proseguendo attraverso l’oasi di Palo verso Marina di San Nicola fino al confine con Fiumicino. 

di Armando Valente

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Rientri dal Bangladesh, D'Amato: "Oggi 12 nuovi casi di Covid-19 a Roma"

Notizie

Fiumicino: 200 multe, tre stabilimenti chiusi e 40 attività controllate

Notizie

Morricone, Tedesco: "Civitavecchia rilancerà la sua Cittadella della Musica"

Notizie

Maccarese: assembramenti ai tavoli e niente mascherine: chiuso un locale

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.