fbpx
Notizie

Cerveteri, Pascucci: “Con la multiservizi un incubatore per giovani start up ITC”

9 Condivisioni

Ad ogni impresa verrà assegnato un Tutor di riferimento responsabile della pianificazione ed erogazione degli stessi in base al Programma di Lavoro concordato e sottoscritto denominato “Work Plan di incubazione”. 

Cerveteri, Pascucci: “Con la multiservizi un incubatore per giovani start up ITC” –

In piena emergenza sanitaria, con la crisi economica delle aziende e le difficoltà a sostenere progetti giovani e innovativi, il Comune di Cerveteri, attraverso la partecipata Multiservizi Caerite, lancia un progetto unico nel suo genere per un Ente Pubblico: un incubatore per giovani start up impegnate nel settore delle tecnologie dell’informazione. 

Per accedere ai servizi offerti le start up dovranno partecipare ad un bando pubblicato sul sito della Multiservizi e rispondere ai requisiti richiesti. Gli incubatori aziendali o d’impresa sono dei programmi progettati per accelerare lo sviluppo di imprese attraverso una serie di risorse di sostegno e di servizi.

In Italia ne esistono diversi e alcuni di essi sono anche i primi investitori delle imprese incubate al proprio interno. La legge 221/2012 definisce l’incubatore di start up come una società di capitali, costituita anche in forma cooperativa, che offre servizi per sostenere la nascita e lo sviluppo di start up innovative.

“La crisi per la pandemia sta mettendo in ginocchio il Paese e le Istituzioni hanno il dovere di correre ai ripari, soprattutto pensando alle giovani generazioni che rischiano di vedere azzerata la speranza di costruire un futuro”.

“Con questa iniziativa l’amministrazione di Cerveteri vuole creare un’economia locale dinamica e sostenibile, guidata da imprenditori innovativi e da un ecosistema di start-up competitivo”.

“Attraverso la fornitura di adeguati supporti a nuove aziende orientate alla tecnologia, si vuole creare un contesto con competenze ad alto valore aggiunto”, spiega il sindaco Alessio Pascucci.

Per l’amministratore unico di Multiservizi, Claudio Ricci, “l’ICT è certamente un settore che offre grandi possibilità e opportunità per nuove imprese, ma orientarsi in quel mondo soggetto a repentini cambiamenti è molto difficile se non si è guidati da soggetti esperti. Il management della Multiservizi è in grado di fornire tutte quelle informazioni utili per meglio focalizzare il core business aziendale e i mercati target”.

LMultiservizi, spiega infine il direttore generale, Alberto Manelli, “metterà a disposizione delle imprese selezionate presso la propria rete di incubatori, mediante un Contratto di prestazione di servizi che avrà durata di ventiquattro mesi rinnovabile di altri dodici, un sistema articolato ed integrato di servizi”.

“In particolare, ad ogni impresa verrà assegnato un Tutor di riferimento responsabile della pianificazione ed erogazione degli stessi in base al Programma di Lavoro concordato e sottoscritto denominato “Work Plan di incubazione”. 

9 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Tevere, rimosse 150 tonnellate di rifiuti

Notizie

Cerveteri, Assobalneari: "Pronti ad accogliere i bagnanti"

AttualitàNotizie

L'Italia verso le riaperture. Le novità del nuovo Decreto Legge

Notizie

Omicidio Vannini, mamma Marina: "72 mesi senza Marco, una ferita che non guarisce mai"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.