fbpx
 
Notizie

Cerveteri, i residenti del lungomare: “Con porte e finestre chiuse superati gli 80 decibel”

I residenti del Lungomare dei Navigatori Etruschi a Campo di Mare contro la musica ad alto volume che da giorni non riesce a far riposare nonostante porte e finestre chiuse

Cerveteri, i residenti del lungomare: “Con porte e finestre chiuse superati gli 80 decibel” –

Nonostante porte e finestre chiuse a Campo di Mare è praticamente impossibile guardare la tv, fare due chiacchiere in famiglia e riposare prima di una nuova giornata di lavoro.

cerveteri residenti lungomare decibel

A denunciare la situazione sono i residenti sul lungomare dei Navigatori Etruschi. Bene la riqualificazione. Ben vengano gli eventi realizzati dal Comune per ridare vita a un lungomare per anni dimenticato. Ma a tutto c’è un limite.

“Il 10 agosto si è svolto il primo spettacolo musicale (con prove audio che sono iniziate alle prime ore del pomeriggio) terminato a mezzanotte. Durante quest’ultimo, noi all’interno della nostra abitazione, con porte e finestre chiuse, abbiamo superato gli 80 dB. All’esterno i 90 dB. Naturalmente misurati con strumenti in nostro possesso”, hanno segnalato i cittadini.

Una situazione tale da costringere i cittadini “ad andare via dalla nostra abituale residenza, in quanto impossibile lo svolgimento delle attività quotidiane e la fruizione del normale riposo notturno”.

Disagio, quello vissuto dai cittadini del lungomare, illustrato tramite pec anche al Comune di Cerveteri e al sindaco Alessio Pascucci anche se ad oggi, “non ha avuto alcun riscontro”.

“Nella lettera – spiegano ancora i cittadini – abbiamo espresso tutto il nostro disagio e la nostra meraviglia nella scelta del sito del palco musicale così a ridosso delle abitazioni”.

“Probabilmente per chi viene solo per pochi giorni ed è in ferie non è un problema particolare poter dormire solo dopo l’una o le due di notte. Per chi però vive, lavora, ha bambini piccoli o anziani in casa questi orari, conseguenza di bombardamento acustico quotidiano, sono davvero insostenibili”, si legge nella lettera inviata al primo cittadino.

C’è poi il disagio creato la notte e al mattino presto dal rumore “dovuto allo svuotamento dei contenitori del vetro dei punti ristoro che essendo così vicini svegliano chi faticosamente sta cercando finalmente di dormire”.

“Un ulteriore fattore importante non trascurabile è la presenza di vetri rotti nei pressi dei locali lungo gli accessi alla spiaggia, luogo di notevole passaggio sia di adulti che di bambini”.

La situazione è stata inoltre segnalata, da diversi cittadini, anche a Carabinieri e a Polizia locale.

E ora i cittadini sperano che dall’amministrazione comunale ci si prodighi per risolvere la situazione che sta diventando intollerabile.

La registrazione effettuata all’interno di una delle abitazioni, a porte e finestre chiuse

Post correlati
CittàCronacaNotizie

Fiano Romano, auto contro un albero: cinque feriti

Notizie

Caso di scabbia a Cerveteri, la ASL Rm4: "Inviate alla scuola le indicazioni da seguire"

Notizie

Santa Marinella, al via lavori Via IV novembre e Via delle Colonie

CittàNotizie

San Valentino, regali perfetti per lei e per lui by Lo Scrigno Ladispoli

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.