fbpx
 
AttualitàCittà

Cerveteri, come la buona volontà e la partecipazione risolvono i problemi

Come fu portata a compimento l’opera di sistemazione della Chiesa Madre

di Angelo Alfani

Visto che siamo in campagna elettorale, del resto in Italia è una costante, e che di innumerevoli e antiche problematiche se ne garantisce miracolosamente la imminente soluzione, ho ritenuto opportuno riportare sommariamente il modus operandi escogitato dalla comunità cervetrana per portare a compimento l’opera di sistemazione della Chiesa Madre, da anni ed anni in costruzione.

Così, tanto per indicare un modo da utilizzare per risolvere con la partecipazione, il consenso economico della intera comunità, problemi antichi: potrei fare l’esempio di una piscina adeguata a quarantamila cittadini e li mi fermo anche perché verrei a noia elencando le necessità e priorità che chi ha a cuore il nostro territorio, non molti invero, conosce. Nel 1956, appena finita l’estate, su iniziativa di alcuni cervetrani,sindaco in primis, venne costituito un Comitato Cittadino avente come scopo la raccolta fondi per il concorso nelle opere di sistemazione e di arredamento della nuova chiesa madre di Santa Maria Maggiore.

Riporto il testo del manifesto (per eccesso di scrupolo ne furono affissi due ):

Cerveteri, come la buona volontà e la partecipazione risolve i problemi
Cerveteri, come la buona volontà e la partecipazione risolve i problemi

Concittadini!

L’aspirazione di una gran parte della Popolazione di Cerveteri- di sciogliere il voto fatto alla MADRE del CIELO- che salvò la nostra Cittadina da un’immane distruzione di guerra- sta per realizzarsi- mediante l’iniziativa di concorrere alla sistemazione della nuova CHIESA di SANTA MARIA.

La Direzione del Comitato- all’uopo costituitosi, con l’approvazione delle Autorità Ecclesiastiche e Civili-assumendo l’incarico di riferire quanto prima ,pubblicamente, l’opera
scrupolosa svolta dalla Rma Curia Arcivescovile e dalla Rma Arcipretura per arricchire Cerveteri del nuovo Tempio- Vi dimostrerà come ora spetti di dovere alla Cittadinanza di
intervenire per il più sollecito e decoroso compimento dell’opera stessa. Non già con la richiesta di importanti contributi – ma anzi ed essenzialmente con la raccolta di piccole, modestissime offerte, ripetute nel tempo, per subordinarle a qualsiasi possibilità- il Comitato si è impegnato di dimostrare alla MADONNA del DIVINO AMORE la
devozione dei cittadini di Cerveteri. Mamme, spose, benefattori di ogni età e condizioni- tutti potete far parte del Comitato- chiedete ognuno di Voi il “”LIBRETTO d’ORO”” e diffondendolo vi farete già meritevoli delle più elette benedizioni celesti.

Per le adesioni, per informazioni, per opuscoli di propaganda, potrete rivolgervi alle seguenti BENEFATTRICI SPECIALI componenti del Comitato: signore Adelaide Borghi
Alfani, Marini Angela, Baglioni Matilde ved. Marini, Rosi Carlotta ved. Perciballi, Piergentili Gina, Rossi Attilia ved. Guastini, Poletti Letizia, Papi Lidia, Capannini Emilia, Ferretti
Francesca.

buona volontà e la partecipazione

IL Consiglio Direttivo Amministrativo

Sig. Pietro Alfani Presidente
Sac. Igino Pietrobon Organizzatori
Dott. Marieni Felice Propagandisti
Dott. Profili Carlo Segretari
Ins. Copponi Salvatore Amministrativisti

Per incentivare la trasparenza si direbbe oggi, dopo la sempre più striminzita fiducia nei confronti degli amministratori delle cose pubbliche, e rendere la partecipazione ed il controllo della Comunità reale, venne redatto, e stampato in dodici esemplari, un regolamento in sedici punti.

Riporto quelli essenziali:

il Consiglio direttivo è costituito da cinque membri, dei quali quattro designati per elezione dall’organo consultivo ed il quinto permanente designato dall’Autorita’ Ecclesiastica. Qualsiasi incarico, attività ed iniziativa inerenti al Comitato saranno assolutamente gratuiti.

Il Consiglio si riunisce ogni fine mese per incassare registrare e depositare presso Istituto di credito locale le offerte. L’Organo Esecutivo è costituito essenzialmente da Benefattrici Speciali con i compiti di propagare il culto e la devozione a Maria SS.Ausiliatrice ,di sollecitare la generosità di tutti i devoti, beneficiati, miracolati, invocatori di grazie, di raccogliere le loro offerte, che rimetteranno al Co stigliò Direttivo. Le offerte saranno segnate sul LIBRETTO d’ORO, personalmente intestato e numerato così da
potersi continuamente controllare a garanzia dei Benefattori stessi. Le offerte ordinarie- sempre assolutamente libere-rimaranno segrete e potranno variare dalle 100
lire alle 1.000 ed oltre:a seconda delle disponibilità. Potranno esservi infine le offerte eccezionali.

L’iniziativa ebbe un’immediata eco e le offerte furono abbondanti e soprattutto numerosissime e diffuse. Ne fa testo una lettera dell’Arciprete Parroco don Luigi indirizzata al mitico Tisserant, datata 28 Novembre 1956.

Ne riporto il testo:

Eminenza Reverendissima, il sottoscritto Sac.Luigi Tazzari,Arciprete Parroco di S. Maria Maggiore in Cerveteri, chiede all’Eminenza Vostra Reverendissima il permesso di celebrare una Santa Messa vespertina nella Chiesa Parrochiale nei giorni di Domenica e nelle altre feste di precetto.Tale Santa Messa sarà di grande vantaggio spirituale per la sempre più numerosa popolazione cittadina, e darà a molti la possibilità di adempiere il precetto festivo. Nella ferma fiducia che la domanda sia benevolmente accolta ed esaudita, chino al bacio della Sacra Porpora, invoca per Se e per tutta la sua famiglia parrocchiale, la paterna benedizione. Dell’Eminenza Vostra Reverendissima, devotissimo e obbligatissimo Sac. Luigi Tazzari”

Post correlati
CittàCronaca

Ladispoli, scontro auto moto in via Palo Laziale. Centauro finisce in ospedale

Attualità

Il “Leonardo Da Vinci” confermato miglior aeroporto d’Europa

CittàNotizie

Ballottaggio a Cerveteri: i dati sull'affluenza

CittàCronacaNotizie

Doppio incidente a Santa Marinella: 2 auto finiscono fuori strada

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.