Città

Cerenova, M5S: ”Ospitare il Jova Beach Party è stata una scelta rischiosa”

”Su questo evento seguiamo la nostra buona stella di sempre e cerchiamo di migliorare la qualità della vita delle persone, nel rispetto dell’ambiente”

Cerenova, M5S: ”Ospitare il Jova Beach Party è stata una scelta rischiosa”

“Domenica scorsa, al nostro consueto Info Point di Cerenova, diverse persone i sono avvicinate volendo dire la propria sul Jova Beach Party, dai rischi per l’Oasi di Torre Flavia ai disagi, soprattutto per i residenti, ai vantaggi che questo evento porterà alla nostra città. 

C’è chi per esempio è contento che per una volta a Campo di Mare, proprio sulla spiaggia, finalmente succederà qualcosa di diverso, in quel perenne deserto chiamato Lungomare dei Navigatori Etruschi.

La posizione del Movimento 5 Stelle Cerveteri su questo evento segue la nostra buona stella di sempre: cercare di migliorare la qualità della vita delle persone, nel rispetto dell’ambiente.

Noi pensiamo che aver accettato di ospitare un evento di questa portata ( più di 30 mila biglietti venduti) senza che il territorio sia minimamente attrezzato a sopportare il peso logistico di una tale concentrazione di persone, tra l’altro mai vista prima né a Cerveteri né tanto meno a Campo di Mare, sia stata una scommessa rischiosa. Abbiamo un litorale che deve preservare delicati equilibri ambientali e un’Oasi protetta che confina con il nostro lungomare. 

Inoltre, Marina di Cerveteri non è soltanto una località di vacanza e migliaia sono i residenti che, per diversi giorni, dovranno sopportare pesanti limitazioni. Come quella nell’uso dell’auto (è stato riconosciuto un solo pass per ogni proprietario di immobile) e come il deficit di riposo notturno che prevede il termine dell’evento alle ore 2:00 della mattina successiva, non tenendo conto del traffico in uscita dallo stesso.
Molti vedono nel Jova Beach Party una piccola speranza di ripresa e di riscatto, una scommessa che potrebbe portare benefici alla città, aprire una porta verso qualcosa, qualsiasi cosa. 

Circa una decina di giorni fa, mediante un accesso agli atti, abbiamo cercato di capire quindi come si stessero muovendo sia l’Organizzazione del Jova Beach Party che l’Amministrazione Comunale e come fossero distribuite le responsabilità. 

Al momento ci risulta fosse stato formalizzato solamente il nulla osta preventivo per l’utilizzo dell’area di competenza demaniale (cioè la spiaggia tra gli stabilimenti Ocean Surf e Six e il tratto di mare retrostante agli allestimenti), concesso dal Comune a fronte della richiesta di gratuito patrocinio da parte dell’Organizzazione. Mentre ancora non erano ancora disponibili né il Progetto definitivo  nè il Piano di Sicurezza, che dovranno essere comunque trasmessi per tempo alla Prefettura.

Ogni altra autorizzazione in merito alla realizzazione dell’evento ricade sotto la responsabilità dell’Organizzazione, così come ogni onere di spesa e ogni responsabilità di eventuali danni, si legge dagli atti.

Ma  sappiamo bene che in natura i danni subiti sono spesso di lento se non impossibile recupero, quindi dobbiamo vigilare perché non ce ne siano: il controllo del WWF sull’evento e l’attenzione che è stata subito messa in campo per recintare l’area protetta non devono farci abbassare la guardia. La  fragilità dell’Oasi richiede una grande attenzione.

L’indotto economico di questo concerto per le attività commerciali della zona, che si sono organizzate per gestire una sorta di villaggio intorno alla location, e il ritorno di immagine a livello non solo locale ma nazionale, devono responsabilizzare ancora di più  l’Amministrazione comunale e noi tutti per fare in modo che l’impegno messo in campo non vada sprecato e che prenda l’avvio una valorizzazione seria della frazione balneare di Cerveteri, ormai al collasso.

Quindi occhi aperti e facciamo in modo che quest’estate particolare possa essere soltanto l’inizio di qualcosa di bello per Cerveteri, non il solito spot elettorale, e per una volta anche per il suo mare. Non necessariamente quindi cose che hanno solo un ritorno mediatico d’effetto”.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
CittàCronaca

Civitavecchia, cocaina nel bauletto della moto. Arrestato 33enne

CittàNotiziepolitica

Cerveteri, il M5S: "Pascucci utilizzi i fondi per l'efficentamento energetico"

CittàOspiti

Cerveteri, sabato reading con RadioAttivi

AttualitàCittà

Ladispoli, al via la trinciatura delle banchine stradali comunali

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista