fbpx
 
Cultura

Celebrati da Filatelia e Numismatica gli 800 anni dell’Università di Padova

Francobollo e moneta dedicati quest’anno all'”Universa Universis Patavina Libertas”

di Luana Bedin e Nardino D’Alessio

Filatelia e numismatica hanno celebrato gli 800 anni dell’Università di Padova –

Quest’anno l’Università degli Studi di Padova ha festeggiato otto secoli di vita 1222-2022. Grazie al nuovo metodo formativo, a suo tempo garantito dall’autonomia e dall’indipendenza della ricerca scientifica, alcuni studiosi provenienti dall’Università di Bologna si trasferirono a Padova nel 1222, fondando così l’Ateneo. L’Università padovana immediatamente diventa meta prediletta di molti studenti attratti dalla libertà nella ricerca e dalla innovativa didattica che veniva svolta in tale sede. Molti importanti scienziati sono legati a questo prestigioso Ateneo, come Nicolò Copernico che vi studiò medicina dal 1501 al 1503; Gabriele Falloppio insegnò anatomia, chirurgia e botanica dal 1551 al 1562, apportando le descrizioni esatte delle trombe uterine, chiamate appunto Tube di Falloppio; Girolamo Fabrici d’Acquapendente, importante medico vi insegnò per oltre 50 anni, dando vita alla scuola anatomista di Padova e alla costruzione del Teatro anatomico; Galileo Galilei insegnò dal 1592 a Padova per oltre 18 anni, avvalorando la tesi eliocentristica di Nicolò Copernico.

Nel 1595 venne inaugurato il Teatro anatomico che sanciva le rivoluzionarie libertà della ricerca scientifica e di un metodo nuovo e moderno dello studio dell’anatomia direttamente applicata sui corpi umani. E’ opportuno ricordare anche che l’Ateneo di Padova ha istituito nel 1545 il primo Orto botanico universitario, oggi patrimonio UNESCO. Nel 1678 Elena Lucrezia Cornaro Piscopia è stata la prima donna laureata del mondo. Ed infine, unico Ateneo in Italia a detenere la Medaglia d’oro al valore militare per la lotta contro il fascismo. Un grande Ateneo internazionale, che continua la sua tradizione innovativa nella ricerca, nella formazione e nella società, onorando così il proprio motto “UNIVERSA UNIVERSIS PATAVINA LIBERTAS”.

Per questi motivi, la Filatelia-Posteitaliane ha presentato il 2 febbraio 2022 nel Palazzo Bo, sede dell’Università, un francobollo celebrativo per gli 800 anni della fondazione, appartenente alla serie tematica “Le Eccellenze del Sapere”.

Francobollo celebrativo degli 800 anni dell’Università di Padova

Il francobollo è stato stampato in 300.000 esemplari e riproduce il Teatro Anatomico dell’Università di Padova, inaugurato nel 1595 e ancora oggi conservato presso la sede universitaria. Sul francobollo è riportata la scritta UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PADOVA DAL 1222 e sotto “ITALIA” e l’indicazione tariffaria “B”, il tutto a cura del Centro Filatelico della Direzione Operativa dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Sempre per tale occasione è stato realizzato un folder formato A4 a 3 ante, contenente: 1 cartolina, 1 francobollo, 1 busta personalizzata e 1 quartina di francobolli. 

La Collezione Numismatica 2022 presentata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e dal Poligrafico Zecca dello Stato contiene una moneta d’argento da 5 euro Proof (tiratura 5.000 copie) celebrativa intitolata all’OTTOCENTENARIO dell’Università di Padova, realizzata da Uliana Pernazza.

5 Euro – Dritto

Diritto: sullo sfondo, il portale d’ingresso di Palazzo Bo, sede storica dell’Università di Padova, su cui si staglia, a destra, il corrimano della Scala del Sapere, situata all’interno del palazzo, con affreschi di Giò Ponti che illustrano il percorso dello studente fino al raggiungimento dell’Alma Master, raffigurata in alto; sulle scale il motto dell’Università “UNIVERSA UNIVERSIS PATAVINA LIBERTAS”. A sinistra, la firma dell’autore ”U. PERNAZZA” e, nel giro, la scritta “REPUBBLICA ITALIANA” .

5 Euro – Rovescio

Rovescio: al centro, il sigillo dell’Università di Padova in evidenza sulla raffigurazione stilizzata del Teatro Anatomico dell’Università, primo Teatro Anatomico stabile al mondo; in alto, le date “1222-2022”, rispettivamente anno della fondazione dell’Università e anno di emissione della moneta in occasione dell’Ottocentenario; in esergo, “R”, identificativo della Zecca di Roma, e il valore “5 EURO”.

Post correlati
Cultura

Cerveteri, sabato 10 dicembre presentazione del libro "Solo una vita" di Elisabetta Ventura

AttualitàCulturaNotizie

“La notte più buia”. Cronache di una generazione che ha ancora molto da insegnare alle attuali e alle future

CittàCultura

Natale a Fiumicino, una cometa di eventi che parte col Sax

CittàCultura

Allumiere, la voce di Danilo Sacco aprirà il Natale in città

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.