fbpx
CittàNotizie

Bracciano, nasce la prima casa di riposo per cani orfani

Ci sono persone che muoiono e non hanno nessuno a cui affidare i loro cani, noi qui ci prendiamo cura di loro per non farli vivere nella tristezza”.

Bracciano, nasce la prima casa di riposo per cani orfani-

Che fine fanno i cani che restano soli? Molti passano dal divano di casa alla cuccia del canile, soffrono per la morte del padrone e si lasciano morire.

 Baffi d’argento è  il primo hospice italiano e l’unico in Europa che ospita e accudisce gli amici a quattro zampe orfani e abbandonati.

Si trova a Bracciano, a pochi chilometri da Roma, e accompagna serenamente i suoi clienti speciali verso gli ultimi giorni di vita.

Dopo la morte dei padroni – Daniela Salvi, etologa da sempre appassionata di cani, ha trovato una strada per cambiare il destino di tanti animali.

Bracciano, nasce la prima casa di riposo per cani orfani
Bracciano, nasce la prima casa di riposo per cani orfani

“Ci sono persone che muoiono e non hanno nessuno a cui affidare i loro cani, noi qui ci prendiamo cura di loro per non farli vivere nella tristezza”.

Accoglienza e soccorso – “Attualmente ne abbiamo tre e altri tre sono in arrivo – spiega la fondatrice dell’hospice -.

Nebbia, molto anziano e malato, è morto solo dopo 15 giorni, ma ne è valsa comunque la pena stargli accanto e prendersi cura di lui”.

Nella struttura di accoglienza i cani tristi che soffrono per i lutti vengono coccolati e distratti, quelli malati vengono curati.

Seguono terapie come flebo, medicazioni, fasciature, ma subiscono anche interventi assicurati da una clinica veterinaria.

Tutti sono ben accolti – “L’unico discrimine per accettarli è che non siano aggressivi con altri cani”.

Per quanto riguarda i costi niente paura.

Nei paesi anglosassoni la regola è che chi più ha paga di più.

 Baffi d’argento prevede una quota di 150 euro, ma non si fa problemi ad accogliere pure chi non può permetterselo.

“Prendiamo tutti – assicura Daniela – pagherà chi viene dopo. Certo, accettiamo donazioni sia grandi che piccole”.

Una vita dedicata ai cani – Daniela Salvi in passato si è occupata di formare insegnanti e istruttori di cani, della Protezione Civile e della Polizia, per affrontare disastri e terremoti e, dopo l’11 settembre, si è specializzata nell’insegnamento per la ricerca di esplosivi.

Con la nascita dell’hospice ha deciso di continuare a dedicarsi a loro e di “accompagnarli verso la fine dei loro giorni, perché anche i cani orfani possono avere una seconda vita”.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Meteo, in arrivo temporali e grandinate

Notizie

Cerveteri, giro di vite contro il conferimento errato dei rifiuti

Notizie

Ladispoli, Fabio Ciampa: "La tassa di soggiorno frena il turismo"

Notizie

Malore a scuola, perde la vita bimba di 8 anni

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista
Hai bisogno di aiuto?