fbpx
 
Città

ANPI Santa Marinella: ”Diamo voce alla resistenza curda contro guerre e frontiere”

Sabato 23 novembre alle ore 17 presso la sala dell’Hotel Miramare (stazione ferroviaria)

ANPI Santa Marinella: ”Diamo voce alla resistenza curda contro guerre e frontiere”

”La sezione ANPI di Santa Marinella “Antonio Margioni” ha organizzato per sabato 23 novembre 2019 alle ore 17.00 presso la sala dell’Hotel Miramare, (stazione ferroviaria di S. Marinella), un incontro pubblico dal titolo: “Diamo voce alla resistenza curda. Contro guerre e frontiere”

ANPI Santa Marinella: ”Diamo voce alla resistenza curda contro guerre e frontiere”

Per comprendere la difficile situazione geopolitica al confine turco-siriano interverranno Alfio Nicotra, co-presidente di “Un Ponte per” (associazione che dal 1991 si occupa delle popolazioni colpite dalla guerra) e Beritan Gulmez, rappresentante dell’associazione culturale curda “Ararat”. Con l’occasione si raccoglieranno fondi che saranno destinati al sostegno economico della comunità curda.

L’evento nasce con lo scopo di informare e sensibilizzare la cittadinanza sulle difficili condizioni del popolo curdo al quale si nega brutalmente uno Stato. La comunità curda vive divisa tra i territori siriani, iracheni, iraniani e turchi e si batte per la democrazia, per la libertà delle donne, per la tolleranza religiosa ed i diritti dei lavoratori. In questo contesto si inserisce la coraggiosa battaglia ingaggiata dalla popolazione curda per contrastare e sconfiggere l’ISIS.

Come Sezione ANPI sosteniamo il popolo curdo, impegnato nella difesa dei valori di democrazia e autodeterminazione dei popoli di cui siamo depositari.

Post correlati
CittàCronaca

Fiumicino: operazione "Plastic Free" ieri sulla spiaggia di Focene

CittàCronaca

Civitavecchia ricorda Norma Cossetto, la studentessa istriana stuprata e gettata ancora viva in una foiba dai partigiani di Tito

AttualitàCittà

Ladispoli: in piazza Rossellini arriva "Urban Nature"

CittàNotizie

Truffe agli anziani: i militari dell'Arma incontrano i cittadini

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.