fbpx
 
CittàCronacaNotizieSalute

Alga tossica, Tidei: “Massima attenzione ma nessun allarmismo”

Il Sindaco di Santa Marinella sottolinea come il provvedimento diffuso in queste ore nell’area attorno a Capolinaro non riguarda l’intero territorio comunale

Alga tossica, Tidei: “Massima attenzione ma nessun allarmismo” –

“Lungo il litorale di Santa Marinella e Santa Severa non esiste e non è stato mai riscontrato alcun fenomeno di inquinamento del mare”, specifica il Sindaco Pietro Tidei.

“L’ordinanza di divieto di balneazione – prosegue il primo cittadino – riguarda un tratto limitato della zona del lungomare Capolinaro. Il provvedimento è stato emesso solo a tutela della salute dei bagnanti che possono venire in contatto con la cosiddetta alga tossica”.

Lo precisano il sindaco Pietro Tidei e il delegato alla sanità Alessio Manuelli che hanno anche realizzato una locandina in cui si spiega che la tanto demonizzata presenza dell’alga tossica, la Ostreopsis ovata, è un fenomeno del tutto naturale che avviene quando si creano le condizioni meteo marine che si stanno registrando esattamente in questi ultimi giorni.

L’alga tossica Ostreopsis ovata predilige acque calme e calde in quanto originaria dei mari tropicali.

In condizioni di alta pressione atmosferica e mare calmo questa specie è in grado di riprodursi molto velocemente raggiungendo, nell’arco di pochi giorni, un elevato numero di individui e di dare origine, in tal modo, alla formazione di fioriture. 

I segni caratteristi osservabili anche a occhio nudo, sono la formazione sott’acqua di una pellicola brunastra dall’aspetto membranoso e gelatinoso che si forma anche sugli scogli e su tutto ciò’ che si trova sul fondo del mare, mentre in superficie potrebbe essere visibile una schiuma di colore bruno rossiccio.

Sintomi nell’uomo di contatto con la fioritura dell’Ostreopsis ovata

Durante la fioritura di questa alga potrebbero verificarsi dei disturbi respiratori o irritazioni agli occhi o alla pelle. 

Nei pochi casi che si sono verificati negli ultimi giorni i sintomi e i fastidi, tutti non gravi, sono regrediti nell’arco di poche ore.

“Ovviamente pur senza creare dell’inutile allarmismo, il fenomeno va seguito con la massima attenzione da tutti gli enti e gli organi preposti attraverso specifici monitoraggi delle zone interessate e attivando una costante sorveglianza a livello anche sanitario. 

Pertanto invitiamo tutti i cittadini e i villeggianti a prendere atto di queste informazioni e con l’occasione si  ribadisce che non è emerso mai, ripeto mai  riscontrato nessun  altro fenomeno riconducibile ad inquinamento chimico del mare”, concludono il Sindaco e il Delegato.

Post correlati
CittàCronacaNotizie

Una delegazione di Ladispoli in visita al complesso del Foro Italico

Città

Civitavecchia, le api al centro di un convegno sull'importanza della loro tutela per la biodiversità

Città

Marina di Cerveteri, domenica 16 giugno primo torneo di volley al Parco di Via Luni

Città

Fiumicino verso un trasporto pubblico sostenibile: accoglie tre nuovi bus elettrici

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.