fbpx
Storia

4 novembre, Giornata dell’Unità nazionale e la Festa delle Forze armate: il significato della celebrazione

2 Condivisioni

Il 4 novembre 1918 entrò in vigore il cosiddetto armistizio di Villa Giusti, dalla villa del conte Vettor Giusti del Giardino a Padova in cui fu siglato il giorno prima, fra l’Impero austro-ungarico e l’Italia. Alla firma dell’armistizio si fa coincidere convenzionalmente la fine della Prima Guerra Mondiale

4 novembre, Giornata dell’Unità nazionale e la Festa delle Forze armate: il significato della celebrazione –

Oggi 4 novembre si celebra la Giornata dell’Unità nazionale e la Festa delle Forze armate, festa ufficiale italiana seppur per chi lavora non si tratta di un giorno di vacanza (nonostante lo fosse fino agli anni ’70). In questa data si celebra l’Unità nazionale in seguito  l’annessione di Trento e Trieste al Regno d’Italia, e la giornata delle forze armate, poiché proprio quegli ultimi giorni di guerra vennero dedicati alla commemorazione di tutti i soldati morti in guerra.

Perché proprio il 4 novembre? Il 4 novembre 1918 entrò in vigore il cosiddetto armistizio di Villa Giusti, dalla villa del conte Vettor Giusti del Giardino a Padova in cui fu siglato il giorno prima, fra l’Impero austro-ungarico e l’Italia. Alla firma dell’armistizio si fa coincidere convenzionalmente la fine della Prima Guerra Mondiale.  Seppur la vittoria fu annunciata in pompa magna dal comandante delle forze armate italiane, il generale Armando Diaz, l’armistizio non fu un reale successo per l’Italia. Gli Stati della Triplice Intesa, Francia, Russia e Regno Unito, non concessero all’Italia (che pur ne era parte) tutti i territori promessi in precedenza: all’Italia andarono il Trentino, l’Alto Adige, l’Istria e Trieste, ma non la Dalmazia e la Libia.

2 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
AttualitàCulturaEvidenzaNotizieStoria

Ladispoli, il Comune autonomo compie oggi 51 anni

AttualitàStoria

Ladispoli, Paliotta: "A 70 anni da De Sica il cinema torna alla Stazione di Palo Laziale"

Storia

Il Coordinamento Nazionale Docenti ricorda Luis Sepulveda

AttualitàCittàCulturaEvidenzaNotizieStoria

Ladispoli: ricostruita in 3D da Marco Mellace la Villa romana di San Nicola attribuita a Pompeo

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.