fbpx
Notizie

Torre Flavia, verso la conclusione il Campo Fratino 2021

Sta giungendo alla fine il Campo Fratino 2021 al Monumento Naturale di Torre Flavia. Raggiunti alcuni importanti risultati

Torre Flavia, verso la conclusione il Campo Fratino 2021 –

Sta arrivando alla fine il Campo Fratino 2021 al Monumento Naturale di Torre Flavia. Durante questo periodo sono stati raggiunti alcuni importanti risultati attraverso una serie di difficoltà.

torre flavia campo fratino

E il responsabile della Palude e la squadra di volontari tirano le somme di quanto accaduto durante l’edizione 2021 del campo.

Quest’anno a Torre Flavia ci sono stati ben cinque nidi di due specie: il fratino e il corriere piccolo.

Due pulli di fratino si stanno per involare, un pullo di corriere piccolo si è invece involato a Campo di Mare.

“E’ stata una lunga avventura – hanno spiegato – iniziata a gennaio con la definizione della strategia che ha previsto:

  • la bonifica dei settori (fin da marzo) da ami e lenze, per ridurre la probabilità di intrappolamento di adulti e juv.;
  • la chiusura dei settori (oltre 600 m) con pali di castagno, corde e pannelli informativi (da febbraio), al fine di limitare il calpestio;
  • l’emanazione di Ordinanze comunali (Ladispoli e Cerveteri) per impedire il transito dei cani (da noi stimolata dopo incontri con le Amministrazioni);
  • la richiesta (ottenuta!) di bloccare la pulizia meccanica della spiaggia davanti la Torre (Ladispoli) (pulizia effettuata dai volontari a mano);
  • la comunicazione al pubblico sia informativa sulle specie sia sui divieti (transito cani), pubblicata su social e attraverso comunicati stampa e attraverso volantini dedicati (ricordando come i pulli non debbono essere raccolti): grazie a LIPU, Scuolambiente, e stab. Ezio La Torretta per la stampa di volantini
  • la collocazione di strutture atte a ricoverare gli animali (difesa da predatori e ombreggiamento);
  • l’attivazione di una rete di enti preposti al controllo (Guardie zoofile NOGRA, Fareambiente, Guardie provinciali, Carabinieri Forestali, Guardie Italcaccia);
  • la collocazione di gabbiette atte a impedire la predazione da parte di corvidi, gabbiani, volpe, cani; e la collocazione di molti falsi nidi e gabbiette con uova di quaglia;
  • l’avvio di una campagna di arruolamento via social e Università (da febbraio);
  • la collocazione di una fototrappola per rilevare infrazioni alle recinzioni;
  • la redazione di un corso di 19 ore per volontari operativi (attraverso il quale si sono formati molti volontari che hanno partecipato al Campo);
  • l’attivazione di un campo di sorveglianza operativa sul posto con un Doodle per la turnazione (con il coinvolgimento di studenti universitari sia nella sorveglianza che nella raccolta dati (una tesi di laurea in progress);
  • e tanto altro.
torre flavia campo fratino

Il tutto è stato difficilissimo a causa del contesto territoriale particolare (alta frequentazione, bassa consapevolezza, complessità delle azioni). 

Le sconfitte ci sono state. Gli errori anche. “D’altronde non sbaglia solo chi non fa nulla. Gli errori e l’esperienza acquisita serviranno per migliorare il progetto il prossimo anno”, hanno commentato.

A Torre Flavia più che stemmi, bandiere e coccarde….sono LE PERSONE CON NOME E COGNOME che ci mettono la faccia, si sporcano le mani e fanno la differenza

“Fin d’ora teniamo a ringraziare:

Ladispoli, cercasi volontari per tutelare i baby Fratini e il baby Corriere Piccolo
  • Marisa Perchinelli, stratega-manager del progetto con cui ho sviluppato le linee guide delle diverse azioni; oltre che ‘testa’ del progetto è stata colei che ‘ci ha messo la faccia e si è sporcata le mani’, essendo presente praticamente quasi sempre all’alba e al tramonto, nei festivi, presso le aree di nidificazione; contrastando una infinità di situazioni sgradevoli con canari e altri personaggi anarchici. Il campo non avrebbe raggiunto questo livello di complessità senza di lei, indirizzando prontamente la strategia in relazione alle circostanze che si venivano a creare di volta in volta;
  • un nucleo inziale di volontari storici che da gennaio a iniziato a delimitare oltre 600 m di spiaggia con pali di castagno, corde, sassi e cartelli: Marta Letizia, Silvia Filippi, Fabrizio Marciano. Silvia 2, Piergiorgio Tinazzo, Annamaria Borrelli e ancora Marisa…:
  • Le associazioni ambientaliste che hanno fornito validi volontari, volantini, supporto e gabbiette. Scuolambiente: Beatrice Cantieri, e la LIPU – Lega Italiana Protezione Uccelli: Alessandro Polinori).  Mare Vivo (Rita Paone) ha fornito volontari e pannelli da collocare in spiaggia. Tutti hanno lavorato alle pulizie della spiaggia così da impedire il transito dei mezzi meccanici. Anche Salviamo il Paesaggio (Rosario Sasso) si è unito al gruppone. Il WWF è intervenuto con le sue guardie (Tony Moschetta, Deborah e altri);
  • La LIPU è stata anche presente con tanti dei suoi volontari e merita un ringraziamento particolare. Ecco i nomi! Monica Zanini, Erica Calabretta, Francesca Biasini, Cinzia Giovannetti, Roberta Rubei, Edoardo Lupo, Damiano Costantini, Sharon Vanadia, Alessia Colle, Claudio Aronica, Antonio Valente, Jamila Da Valle (coordinati da Alessandro Polinori).
  • I Comuni di Cerveteri e Ladispoli. Entrambi hanno emesso le Ordinanza che vietavano il transito dei cani durante il periodo, hanno messo a disposizione personale di controllo (Guardie zoofile), hanno bloccato la pulizia meccanica (Ladispoli) e sostenuto i tirocinanti : vanno ringraziati in particolare Filippo Moretti (Delegato alla Palude per Ladispoli) e la ditta di pulizie della spiaggia (…per non aver pulito meccanicamente…), Elena Gubetti (Assessore all’Ambiente – Cerveteri) con Roberto Giardina e Annamaria Borelli (Delegati per il Comune di Cerveteri);
  • I Carabinieri forestali di Civitavecchia (Mar. Eramo e colleghi) e Roma (Col. Panella), le Guardie zoofile-ambientali NOGRA (Marco Azzari e colleghi), Italcaccia (Mario Pepe) e Fareambiente sono prontamente intervenuti in varie situazioni;
  • Un nutrito gruppo di volontari (i Corsari di Torre Flavia), il cui elenco è lungo ma che verrà fatto quanto prima (sto ricostruendo la lista per non dimenticare nessuno): FAREMO UNA MAIL SOLO CON I LORO NOMI PERCHE’ SE LO MERITANO! Da subito ricordo Anna, Camilla, Cinzia, Enzo, Francesca, Luisa, Loredana, Loredana, Marina, Marinella, Natascia, Noemi, Pamela, Roberta, Alessandro, Federico, Fernando, Francesco, Marco, Valerio, oltre agli altri già citati.
  • Gli studenti universitari di Scienze ambientali (Università Tuscia), Ingegneria e Biologia (Roma Tre): tra questi Giovanni, Silvia, Carlotta, Martina, Fiamma e Chiara e molti altri;
  • le scuole (rappresentate da Marina Cozzi, sempre operativa sul campo);
  • gli stabilimenti balneari che hanno messo a disposizione le proprie strutture;
  • Marco Scutellà e Fernando Boccadamo che hanno collocato la fototrappola;
  • Noemi Centrone che ha strutturato il doodle e la lista wzapp;
  • Sharon Vanadia che sta portando avanti una tesi di laurea su questo Campo;
  • Massimo Biondi e Loris Pietrelli, del GAROL, per la consulenza ornitologica continua.
  • i giornalisti Luigi Cicillini, Emanuele Rossi, Sonia Bertino e le testate Il Messaggero, Baraonda, Terzo Binario, Radio Centro Mare.
  • i colleghi della Città Metropolitana: Carlo Galimberti, Egidio De Angelis, Paolo De Rosa, Francesca Marini, Loredana Sgroi, e i dirigenti Rosanna Capone, Angelo Mari e Alessio Argentieri…
  • scusate se abbiamo dimenticato qualcuno ma faremo l’elenco completo a breve.

L’ESPERIENZA DI QUEST’ANNO HA FRUTTATO MOLTO E NEI PROSSIMI MESI LAVOREREMO PER MIGLIORARE TANTE COSE. ANCHE TANTE NUOVE IDEE CREATIVE HANNO PORTERANNO A NUOVE SOLUZIONI.GRAZIE!“Le cose bisogna farle…non dire di farle…”“.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

A Cerveteri 500mila euro per la ciclopedonale sul Zambra, Luchetti: "Obiettivo importante"

Notizie

Ostia, rubano la borsa a una donna seduta al bar: denunciati due giovani

Notizie

Ladispoli, tutti negativi i tamponi salivari sugli studenti delle scuole sentinella

Notizie

Ladispoli: la riqualificazione delle strade scalda i motori

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.