fbpx
Città

Santa Marinella, il Consiglio di Stato accoglie ricorso del Comune che non dovrà risarcire il Ministero delle Finanze

6 Condivisioni

Santa Marinella, il Consiglio di Stato accoglie ricorso del Comune che non dovrà risarcire il Ministero delle Finanze –

Il Comune di Santa Marinella non dovrà restituire al Ministero delle Finanze il milione di euro di risarcimento danni già pagato dal governo a favore dei Principi Odescalchi.

Lo comunica con soddisfazione il sindaco Tidei che ha voluto con l’occasione anche ringraziare per l’ottimo lavoro svolto l’avvocato Roberto Maria Izzo che ha seguito il contenzioso per conto dell’amministrazione comunale.

La giunta municipale aveva deciso di ricorrere al Consiglio di Stato nell’intento di riformare, come avvenuto, la sentenza emessa dal Tar che aveva respinto, adducendo un difetto di giurisdizione il ricorso presentato in precedenza sempre dall’amministrazione della cittadina balneare.

L’attuale amministrazione aveva ereditato, anche questo contenzioso dall’ex giunta.

Oltre dieci anni fa, infatti, i principi Odescalchi chiesero al Comune di Santa Marinella di  avviare le procedure di riqualificazione urbanistica di un  terreno divenuto nel tempo zona bianca di Prg e dunque non più edificabile, i competenti uffici urbanistici del comune non hanno  mai dato una risposta in merito alla domanda presentata, e la famiglia Odesclachi alla fine decise di presentare un ricorso al Tar che nominò un commissario ad acta affinché si sostituisse ai responsabili del settore urbanistici, per dar seguito alla domanda di revisione del Piano regolatore. 

Trascorso altro tempo nella completa ignavia della precedente amministrazione i Principi Odescalchi presentarono una richiesta di risarcimento di un milione di euro all’Italia presso la Corte di Giustizia Europea e la loro richiesta fu accolta, il Ministero delle Finanze pagò e fece azione di rivalsa nei confronti del Comune per recuperare la somma versata.

Abbiamo rischiato di dover restituire al Ministero una somma talmente alta che ci avrebbe nuovamente gettato dal baratro. Mi auguro che anche questa controversia che ci siamo trovati a dover affrontare pur non essendone responsabili, finisca qui, e non ci resta che essere grati al nostro legale di fiducia nella speranza di poter archiviare anche questo altro capitolo buio del passato recente di Santa Marinella”.

6 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
CittàNotizie

Ladispoli, borse di studio. Pubblicato l'avviso

CittàMondo

Il razzo Cinese immortalato su Palidoro

CittàCronaca

Strategie vaccinali, la Regione incontra i vertici del Federazione di Medicina Generale

CittàCronaca

Lazio, esauriti gli slot Pfizer per maggio

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.