fbpx
 
Cronaca

Fiumicino, maltratta i bambini della sua classe: Carabinieri eseguono misura interdittiva nei confronti di una maestra

Fiumicino, maltratta i bambini della sua classe: Carabinieri eseguono misura interdittiva nei confronti di una maestra –

Passoscuro, sospesa l'attività musicale ad un lido balneare. Ordinanza notificata dai Carabinieri
Fiumicino, maltratta i bambini della sua classe: Carabinieri eseguono misura interdittiva nei confronti di una maestra

I comportamenti posti in essere dalla docente infatti non sono parsi soltanto incisivi e assolutamente sproporzionati nel reprimere le mancanze dei piccoli, aventi tra i 5 e i 6 anni di età, ma erano finalizzati ad abbatterne l’umore ingenerando un clima di forte tensione e paura nell’aula scolastica, spegnendo nei giovanissimi alunni ogni naturale entusiasmo e felicità nel recarsi a scuola.

Gli episodi cristallizzati dai Militari, su coordinamento della Procura della Repubblica di Civitavecchia, hanno allora consentito la ricostruzione di un quadro comportamentale e probatorio di assoluta aderenza ed incisività, tanto da consentire al Giudice per le Indagini Preliminari l’irrogazione della misura eseguita all’alba di lunedì.

Nella mattinata di lunedì, i Militari della Stazione Carabinieri di Torrimpietra, supportati da personale della Compagnia di Civitavecchia, hanno dato esecuzione ad una Ordinanza applicativa della misura cautelare interdittiva della sospensione dal Pubblico Ufficio ricoperto nei confronti di una maestra 63enne gravemente indiziata di aver ripetutamente maltrattato i bambini della classe alla stessa affidata.

La misura cautelare eseguita nella mattinata è stata emessa dal Tribunale – Ufficio G.I.P. di Civitavecchia dopo una lunga e complessa attività investigativa che ha visto i Militari dell’Arma ricostruire minuziosamente i fatti oggetto di indagine, tutti accaduti all’interno di una normale scuola primaria di provincia ubicata nel Comune di Fiumicino nel corso del precedente anno scolastico 2021/2022. Ad attirare l’attenzione dei Militari una serie di denunce e di dichiarazioni ricevute da alcune coppie di genitori, i cui figli appartengono tutti alla medesima classe e che hanno lamentato la sistematicità e l’invasività dei metodi utilizzati da una delle maestre.

I comportamenti posti in essere dalla docente infatti non sono parsi soltanto incisivi e assolutamente sproporzionati nel reprimere le mancanze dei piccoli, aventi tra i 5 e i 6 anni di età, ma erano finalizzati ad abbatterne l’umore ingenerando un clima di forte tensione e paura nell’aula scolastica, spegnendo nei giovanissimi alunni ogni naturale entusiasmo e felicità nel recarsi a scuola.

Gli episodi cristallizzati dai Militari, su coordinamento della Procura della Repubblica di Civitavecchia, hanno allora consentito la ricostruzione di un quadro comportamentale e probatorio di assoluta aderenza ed incisività, tanto da consentire al Giudice per le Indagini Preliminari l’irrogazione della misura eseguita all’alba di lunedì.

Post correlati
Cronaca

Via Aurelia Antica, un albero crolla e danneggia muro di cinta: strada chiusa

CittàCronacaNotizie

Ladispoli, guasto alla rete idrica. Moretti: "Da questa mattina che stiamo sollecitando Acea"

CittàCronaca

Si insinua nel traffico per evitare la volante: fermato spacciatore

CittàCronaca

Santa Marinella, auto finisce fuori strada sulla statale Aurelia

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.