fbpx
Notizie

Coronavirus, oggi in Italia 13.846 nuovi casi (ieri sono stati +20.159) e 386 decessi

19 Condivisioni

Coronavirus, oggi in Italia 13.846 nuovi casi (ieri sono stati +20.159) e 386 decessi –

Sono 13.846 i nuovi casi di coronavirus in Italia (ieri sono stati +20.159). Sale così ad almeno 3.400.877 il numero di persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (compresi guariti e morti) dall’inizio dell’epidemia. I decessi odierni sono 386 (ieri sono stati +300), per un totale di 105.328 vittime da febbraio 2020. Le persone guarite o dimesse sono complessivamente 2.732.482 e 32.720 quelle uscite oggi dall’incubo Covid (ieri +13.526). Gli attuali positivi — i soggetti che hanno il virus — risultano essere in tutto 563.067, pari a -8.605 rispetto a ieri (+6.219 il giorno prima). La flessione degli attuali positivi di oggi — con il segno meno davanti — dipende dal fatto che i guariti, sommati ai decessi, sono in numero maggiore rispetto ai nuovi casi.

I tamponi totali (molecolari e antigenici) sono stati 169.196, ovvero 107.890 in meno rispetto a ieri quando erano stati 277.086. Mentre il tasso di positività è 8,2% (l’approssimazione di 8,18%): vuol dire che su 100 tamponi eseguiti più di 8 sono risultati positivi; ieri era 7,3%.

Meno contagi in 24 ore rispetto a ieri. Succede ogni lunedì: la curva tocca il punto più basso della settimana nella sua altalena, a causa di pochi tamponi (il minimo di analisi processate, che sono quelle domenicali). Per esempio, lo scorso lunedì (15 marzo) sono stati registrati +15.267 casi con un tasso di positività dell’8,5% (la percentuale più alta da quando sono stati introdotti i test rapidi il 15 gennaio). Oggi, il rapporto di casi/test sale all’8,2% dal 7,3% di domenica — capita con meno tamponi, perché si cerca in modo più mirato — però in confronto a quello di lunedì scorso (8,5%) è più basso. Ci sono piccoli segnali di un rallentamento dell’epidemia, ma la curva deve scendere. «I numeri ci stanno dicendo che siamo ancora nel pieno della terza ondata — ha detto Nino Cartabellotta, presidente di fondazione Gimbe, ai microfoni della trasmissione L’Italia s’è desta su Radio Cusano Campus —. Bisogna avere pazienza e prudenza. Si tratta di un equilibrio molto fragile, perché il virus sta circolando in maniera ancora importante nel nostro Paese».

È L’Emilia-Romagna la regione più colpita per numero di nuove infezioni (+2.118), seguita dalla Lombardia (+2.105) con un dato dimezzato rispetto a ieri — portando i casi totali dall’inizio dell’emergenza a 700.025 —, grazie a oltre 21 mila tamponi, ossia il numero di test regionali più alto della giornata. Ad avere un incremento a quattro cifre sono: Piemonte (+1.521), Lazio (+1.407), Campania (+1.313) e Toscana (+1.140). Tutte le altre regioni hanno un incremento a due o tre cifre.

Si alza ancora la pressione sugli ospedali. I posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sono +565 (ieri +423), per un totale di 28.049 ricoverati. I posti letto occupati in terapia intensiva (TI) sono +62 (ieri +61), portando il totale dei malati più gravi a 3.510. La variazione dei posti letto occupati, in area critica e non, indica il saldo tra i pazienti usciti e quelli entrati nelle ultime 24 ore. Infatti, i nuovi ingressi in rianimazione sono +227 (ieri +232).

Secondo gli ultimi dati Agenas(Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali) a livello nazionale i ricoverati occupano il 42% dei posti disponibili, oltre la soglia di allerta del 40%. Continuano a crescere anche i posti letto occupati nelle terapie intensive, che sono ora pari al 38% e già da quasi due settimane oltre il livello d’allerta del 30%.

Le dosi di vaccino somministrate sono oltre 7,8 milioni. I cittadini che hanno ricevuto la seconda dose sono più di 2,5 milioni.

19 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
AttualitàNotizie

Covid-19, come ripartiranno i matrimoni? Le regole

Notizie

Coronavirus: 4 nuovi casi a Cerveteri e 4 a Ladispoli

Notizie

Estate 2021 Ladispoli: scendono in campo i volontari per la sicurezza sulle spiagge libere

Notizie

Coronavirus: nel Lazio oltre 50mila prenotazioni per la fascia 54/55 anni

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.