Città

Ladispoli, rifiuti zero: ”Una firma per l’ambiente e per il paesaggio”

15 Condivisioni

I fogli compilati in ogni loro parte saranno consegnati sabato 2 marzo in Piazza Rossellini a Ladispoli dalle 10 alle 13

Ladispoli, rifiuti zero: ”Una firma per l’ambiente e per il paesaggio” – Ric. e pubb.

Cari amici, ancora una volta siamo costretti a combattere per impedire che le nostre zone diventino luoghi idonei ad ospitare grandi impianti per il trattamento dei rifiuti urbani.

Pizzo del Prete è di nuovo indicata come zona potenzialmente adatta a questo tipo di impiantistica.

Insieme ad altri comitati abbiamo deciso di percorrere la strada della tutela del paesaggio: dal momento che il Piano Rifiuti del Lazio esclude esplicitamente la possibilità di realizzare interventi per la lavorazione o lo stoccaggio di rifiuti urbani nelle aree vincolate dall’ art. 136 del D.lgs 42/2004, abbiamo deciso di lanciare una Petizione Popolare al Ministero dei Beni Archeologici e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT) affinché riconosca tutto il territorio – già sottoposto al vincolo del Piano Territoriale Paesaggistico Regionale (PTPR) fino a includere il sito Unesco della Banditaccia – dichiarandolo “di notevole interesse pubblico” ai sensi dell’art.136 del decreto Legge 42/2004.

Le zone potenzialmente adatte all’istallazione di impianti di trattamento rifiuti “dette zone bianche”  si trovano infatti all’interno di un territorio da sempre contrassegnato da un’economia che, nell’agricoltura, nella zootecnia e nel turismo, ha trovato le sue fonti di reddito e di lavoro – tant’è che è stata avviata la richiesta per l’istituzione del Biodistretto.

Un paesaggio agrario di alto pregio ambientale e naturalistico, ma anche ricco di depositi e siti archeologici in parte già vincolati, che vanno dal periodo etrusco per arrivare fino agli anni 20 e 30 del secolo scorso.

Solo per nominarne qualcuno, ricordiamo i tracciati di strade etrusche e romane, le domus e le ville romane, la stazione di posta di Palidoro, i borghi di Tragliata, Tragliatella e Castel di Guido, i castelli come quello di Torrimpietra, le Torri di avvistamento fino ai paesaggi e ai casali delle bonifiche, le tracce di insediamenti varie epoche presenti nella zona di Castel Campanile, ecc.

COSA VI CHIEDIAMO?

Di promuovere la raccolta delle firme e di fare il passa parola, di far firmare chiunque.

I fogli compilati in ogni loro parte e firmati andranno consegnati sabato 2 marzo in Piazza Rossellini a Ladispoli dalle 10 alle 13 nel corso di un evento di cui vi informeremo nei prossimi giorni”.

In una nota, il  presidente del CRZL Marina Cozzi

15 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
AttualitàCittàCronacaNotizie

Ladispoli, Torre Flavia. Iniziati i rilievi per la bonifica da ordigni bellici

AttualitàCittàCronacapolitica

Trasporti. Patané-Zannola, “Da Pisana mozione per aumento risorse Lazio”

AttualitàCittàCronacaOspitipolitica

Santa Marinella: edilizia agevolata. Il Paese Che Vorrei chiede collaborazione tra Regione e ATER

AttualitàCittàCronacaNotizieOspiti

Sparatoria in Olanda, almeno un morto. Possibile terrorismo?

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista