fbpx
CronacaNotizie

Controlli contro illegalità e degrado. A finire in manette quattro persone

34 Condivisioni

Altre 3 denunciate a piede libero. Eseguiti oltre 500 accertamenti e decine di controlli agli esercizi pubblici

Controlli contro illegalità e degrado. A finire in manette quattro persone

Negli ultimi giorni, i Carabinieri della Compagnia Roma Cassia hanno eseguito numerosi controlli mirati al contrasto di ogni forma di illegalità. Ad esito delle attività 4 persone sono state arrestate e altre 3 denunciate a piede libero. Eseguiti oltre 500 accertamenti su persone e veicoli e decine di controlli agli esercizi pubblici. Nello stesso contesto sono state elevate 11 contravvenzioni al codice della strada, oltre al ritiro di una patente ed una carta di circolazione. 

I Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia Roma Cassia hanno arrestato un 38enne romeno perché trovato in possesso di 20 g di cocaina. La droga è stata rinvenuta nella sua abitazione ed era suddivisa in dosi avvolte in carta stagnola. Sequestrato anche vario materiale per il taglio e confezionamento della sostanza. L’arrestato dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Con la stessa accusa, tre giovani, residenti a Prima Porta, sono stati denunciati dai Carabinieri della locale stazione perché trovati in possesso, in totale, di 10 dosi di hashish.

Invece, i Carabinieri della Stazione Roma La Storta hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un cittadino cinese, di 52 anni, per l’inosservanza degli arresti domiciliari a cui era sottoposto a seguito dell’arresto, avvenuto pochi giorni, perché trovato in possesso di diverse dosi di shaboo. L’arrestato è stato portato in carcere a Regina Coeli. 

Stessa sorte è toccata ad un cittadino tunisino, 57enne con precedenti, arrestato dai Carabinieri della Stazione di Sacrofano in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare in carcere, dovendo espiare 1 anno e 6 mesi in carcere per reati di furto aggravato, rapina e lesioni, compiuto tra il 2014 2017 a Roma. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Rebibbia.

Gli stessi Carabinieri hanno anche arrestato un 23enne della Guinea, già noto alle forze dell’ordine, trovato in possesso di alcune dosi di eroina e 645 euro, ritenuti provento dello spaccio.

34 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Coronavirus: 4 nuovi casi a Cerveteri e 4 a Ladispoli

Notizie

Estate 2021 Ladispoli: scendono in campo i volontari per la sicurezza sulle spiagge libere

Notizie

Coronavirus: nel Lazio oltre 50mila prenotazioni per la fascia 54/55 anni

CittàCronaca

Castelli romani, smantellato laboratorio per la contraffazione dei marchi

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.