fbpx
Notizie

Cerveteri: strada Doganale, è emergenza sicurezza

Automobilisti “sfrenati” mettono quotidianamente a rischio la loro vita e quella dei residenti. Ieri un camion si è ribaltato a pochi passi dalla frazione di Borgo San Martino

Cerveteri: strada Doganale, è emergenza sicurezza –

Tanta paura ieri intorno all’ora di pranzo sulla strada Doganale a Cerveteri.

Un mezzo pesante, proprio a pochi metri da Borgo San Martino, si è ribaltato finendo sul lato della carreggiata.

Cerveteri: strada Doganale, è emergenza sicurezza
Cerveteri: strada Doganale, è emergenza sicurezza

Per fortuna nulla di grave per il conducente che è riuscito a uscire da solo dal mezzo.

Secondo un primo riscontro, il mezzo sarebbe finito sulla banchina. Il conducente avrebbe così perso il controllo del mezzo che alla fine si è ribaltato.

Per fortuna nulla di grave per lui.

Sul posto oltre ai sanitari sono intervenuti anche la Polizia municipale e i vigili del fuoco.

Nonostante per fortuna, questa volta, non si siano registrati feriti gravi e conseguenze ben peggiori, tornano ad accendersi i riflettori sul tema “sicurezza”.

Da anni i cittadini della frazione della città etrusca chiedono all’amministrazione comunale di effettuare degli interventi che possano “costringere” gli automobilisti a procedere con prudenza in una delle strade più pericolose, dopo l’Aurelia, della zona.

Nonostante i limiti di velocità fissati a 70 km/h, 50 in prossimità dei borghi (Valcanneto e Borgo San Martino) gli automobilisti sono abituati a sfrecciare incuranti del pericolo che potrebbero arrecare ai residenti della zona.

A lanciare l’allarme nei mesi scorsi era stato proprio il rappresentante del comitato di zona Borgo San Martino, Luigino Bucchi.

«Inizialmente – ha spiegato – ci avevano detto che avrebbero installato degli autovelox, poi però è emerso che la strada non presentava le caratteristiche necessarie per procedere in tal senso».

Da qui la richiesta dei residenti di poter almeno installare dei segnali verticali luminosi con i quali “suggerire” agli automobilisti di rallentare.

Ma anche di questi, «nonostante il costo irrisorio – ha spiegato Bucchi – nessuna traccia».

Proprio come non c’è traccia nemmeno dei dossi «promessi durante un consiglio comunale proprio dal sindaco Alessio Pascucci». Dopo la promessa nessun tipo di intervento è stato effettuato.

E così i residenti continuano a vivere nel timore di una qualche tragedia, proprio come accaduto, purtroppo già in passato. 

A non migliorare la situazione, nemmeno l’illuminazione pubblica, non solo lungo la via Doganale, ma anche nei pressi delle frazioni.

A Borgo San Martino, ad esempio, come raccontato da Bucchi, alcuni pali dell’illuminazione pubblica erano stati compromessi dall’usura.

Alcuni sono stati sostituiti, mentre altri, come ad esempio, quello eliminato a novembre scorso, «non è mai stato rimpiazzato». 

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Ladispoli, convocato il consiglio comunale

Notizie

Cerveteri, due bandi di selezione da Multiservizi

Notizie

Ladispoli, oggi pomeriggio chiusi gli sportelli anagrafici in Comune

Notizie

Ladispoli, al teatro Vannini la “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista
Hai bisogno di aiuto?