fbpx
 
Città

Cerveteri, martiri delle foibe: per Pascucci “il ricordo è un dovere”

Pascucci: “Come Sindaco di Cerveteri oggi ho voluto deporre un omaggio floreale al Monumento ai Caduti”

Cerveteri, martiri delle foibe: per Pascucci “il ricordo è un dovere” –

“Il 10 Febbraio è il giorno del ricordo. Un giorno in cui onorare la memoria degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani”.

Lo dichiara il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci che oggi ha commemorato il Giorno del ricordo dei martiri delle foibe.

“Si ricorda l’esodo dalle proprie terre di circa 350mila profughi e la morte di migliaia di persone”, aggiunge Pascucci.

“Il ricordo – prosegue – è un dovere delle Istituzioni e di tutti i cittadini italiani perché sia di monito per le generazioni future e dove ha regnato l’orrore e la violenza ci siano pace, unione e accoglienza.

Come Sindaco di Cerveteri oggi ho voluto deporre un omaggio floreale al Monumento ai Caduti, dove sono elencati i nomi e i cognomi di tutti i soldati della nostra città caduti nelle due Guerre Mondiali.

Sì, perché il massacro delle foibe è stata una guerra di uomini contro altri uomini, il cui numero esatto delle vittime non è stato e non sarà mai quantificato. Ci sono fonti che riportano tra i 3mila e i 5mila, altre ancora ben oltre le 11mila vittime.

Per non dimenticare una delle pagine più buie della nostra storia, per fare in modo che la memoria resti sempre viva, perché ciò che è stato non accada più nelle future generazioni”.

Post correlati
CittàCronaca

Ladispoli, scontro auto moto in via Palo Laziale. Centauro finisce in ospedale

CittàNotizie

Ballottaggio a Cerveteri: i dati sull'affluenza

CittàCronacaNotizie

Doppio incidente a Santa Marinella: 2 auto finiscono fuori strada

CittàSport

Ladispoli, Nicole Cicillini vince il Gran Prix di Perugia

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.