fbpx
AttualitàCittà

Fiumicino, arriva il libro “Anfibi e Rettili del Litorale Romano aspetti naturalisti, storici e folcloristici”

L’opera scritta da Mauro Grano e Riccardo Di Giuseppe

Fiumicino, arriva il libro “Anfibi e Rettili del Litorale Romano aspetti naturalisti, storici e folcloristici” –

Riceviamo e pubblichiamo –

Fiumicino, arriva il libro "Anfibi e Rettili del Litorale Romano aspetti naturalisti, storici e folcloristici"
Fiumicino, arriva il libro “Anfibi e Rettili del Litorale Romano aspetti naturalisti, storici e folcloristici”

È finalmente uscito il libro, Anfibi e Rettili del Litorale Romano, aspetti naturalisti, storici e folcloristici, edito da Il Formichiere, casa editrice di Foligno, con la lodevole progettazione grafica di Silvia Bosi.

Primo libro di un progetto molto ambizioso: gli EcoQuaderni che gli stessi autori cureranno.

Il libro è patrocinato dalla Lipu Onlus, Societas Herpetologica Italica, Comune di Fiumicino e dall’Ecomuseo del Litorale Romano. Le prefazioni sono di personaggi illustri come Francesco Petretti (Direttore Fondazione Bioparco di Roma), Corrado Battisti (Funzionario Naturalista Provincia di Roma) e Alessandro Polinori (Vicepresidente Nazionale LIPU).

L’opera nasce dal grande desiderio da parte degli autori, Mauro Grano e Riccardo Di Giuseppe, di rendere omaggio al territorio del Litorale Romano che tanto amano e che da molti anni hanno avviato ricerche e studi scientifici.

Tanto più si ama un territorio, tanto più si soffre quando questo viene oltraggiato dalla mano dell’uomo.

Fiumicino, arriva il libro "Anfibi e Rettili del Litorale Romano aspetti naturalisti, storici e folcloristici"
Fiumicino, arriva il libro “Anfibi e Rettili del Litorale Romano aspetti naturalisti, storici e folcloristici”

Soprattutto quando si vedono sparire ambienti ideali per tanti animali, animali che troppo spesso vengono uccisi per mancanza di un’adeguata conoscenza.

Proprio attraverso questo libro si vuol fornire uno strumento semplice ma efficace per migliorare la Conoscenza dell’erpetofauna presente nel Litorale Romano.

L’area di studio presa in esame riguarda la fascia costiera compresa tra Torvaianica e Santa Severa, e l’entroterra toccando i Monti della Tolfa, Cerveteri e Castel di Guido. Il libro è costituito da schede descrittive degli Anfibi e Rettili presenti nel Litorale Romano, curate con grande rigore scientifico, correlate da foto inedite degli autori, ma anche di fotografi naturalisti professionisti.

Si è dato inoltre spazio alla descrizione delle specie alloctone presenti sull’area di studio e si è dato spazio alla conoscenza dello status delle popolazioni e alla legislazione in essere.

Per rendere l’opera più completa possibile, sono stati inseriti tra i vari argomenti un capitolo dedicato alle leggende legate a questi animali nella tradizione laziale, e un capitolo relativo ai loro nomi dialettali utilizzate nella nostra regione.

Fiumicino, arriva il libro "Anfibi e Rettili del Litorale Romano aspetti naturalisti, storici e folcloristici"
Fiumicino, arriva il libro “Anfibi e Rettili del Litorale Romano aspetti naturalisti, storici e folcloristici”

Lo studio e la grande opera di sensibilizzazione e conservazione della fauna locale che gli autori hanno svolto in queste zone, ne ha consentito una profonda conoscenza.

Gli autori hanno pensato e concepito questo libro per tutti quelli che amano vivere la natura e le bellezze del proprio territorio, e a loro e dedicato.

Mauro Grano

Naturalista e Fotografo Naturalista, da anni impegnato nella conservazione dei Rettili e degli Anfibi.

Coordinatore della Sezione Lazio della Societas Herpetologica Italica.

Per la stessa SHI fa parte della Commissione Testuggini e Tartarughe e riveste il ruolo di Referente per le Aree di Rilevanza Erpetologica Nazionale di Cervara di Roma, Castel di Guido, Monte La Puglia, Oasi Tevere-Farfa di Nazzano e Macchiagrande di Fregene. Referente per l’Italia della ESF, European Studbook Foundation. Autore di oltre cento pubblicazioni scientifiche e di sei libri come primo o unico autore e di altri tre come coautore.

Riccardo Di Giuseppe

Dottore in Scienze Naturali, Agrotecnico Laureato e Green Manager, da sempre impegnato nella tutela dell’ambiente e della biodiversità.

sperto di gestione aree protette e materie ambientali, è stato per molti anni Direttore delle Oasi WWF del Litorale Romano.

Si occupa di conservazione della natura e delle sue risorse, formazione, turismo e sviluppo sostenibile. Si è specializzato in didattica ambientale e divulgazione scientifica.

Autore di libri, pubblicazioni scientifiche e divulgative. Dal 2010 è Presidente dell’Associazione Naturalistica Programma Natura.

NELLE PRESENTAZIONI

Francesco Petretti (Direttore Fondazione Bioparco di Roma)

Ho sempre considerato con interesse e simpatia i rappresentanti della cosiddetta fauna minore, lucertole e rane, serpenti e salamandre, troppo spesso ignorati dai più e relegati a comparse nel grande affresco della vita che oggi siamo soliti definire biodiversità.Mauro e Riccardo ci aiuta a conoscerli meglio e ad apprezzarli nella loro complessità…

..Gli autori li hanno osservati, fotografati e studiati nei lembi di natura intatta rimasta nella campagna di Roma, ma hanno fatto qualcosa di più: li hanno raccontati al grande pubblico, ai visitatori giovinetti e adulti che a migliaia hanno guidato alla scoperta della natura mediterranea con giovanile entusiasmo e adulta sapienza ….

Corrado Battisti (Funzionario Naturalista Provincia di Roma)

Ogni volta che percorro le strade che attraversano la grande bonifica del Litorale Romano il mio sguardo si riposa. Durante il viaggio penso sempre al miracolo che ha consentito a questo paesaggio agricolo, adiacente alla Capitale, di arrivare fino ad oggi, senza essere violentato dal degrado e dall’urbanizzazione selvaggia che ha interessato invece tanti altri settori della Campagna Romana ….

Da bambino, quando dalla città grigia e soffocante andavo con la famiglia a Ponte Galeria e a Fiumicino, questo paesaggio mi dava ottimismo. Pensavo sempre, in modo semplice e ingenuo: ‘ma allora la natura non devastata esiste ancora… ed è a poca distanza da casa ….

… Meno evidenti sono invece i due gruppi di animali che sono oggetto di questo utile volume: anfibi e rettili. …bisogna cercarli attivamente, nelle pozze d’acqua e i fontanili, tra le rocce e gli arbusti. Sono animali affascinanti, misteriosi, ancora incompresi e avvolti da credenze, il più delle volte sbagliate. E allora ecco l’invito ai lettori di questo libro: usatelo per avviare una caccia a questo tesoro di biodiversità e se, ne avete la possibilità, portate assieme a voi bambini e ragazzi …

L’emozione e l’entusiasmo che si accompagnano alla scoperta di questi animali serve a far crescere in modo completo, equilibrato, creativo, dei futuri adulti consapevoli e sensibili …

Un altro messaggio fornito da questo libro è che la biodiversità (tante specie: tutte diverse; ciascuna comprendente tanti individui: ognuno diverso a sua volta) è presente ovunque e, quindi, anche sotto casa. Non occorre consumare carburante e ore di volo per osservare tritoni, rospi smeraldini, ramarri, biacchi, saettoni, luscengole e orbettini e tante altre incredibili specie. Fuori Roma, ad un passo da casa, c’è un tesoro ed è un tesoro rivoluzionario: democraticamente e gratuitamente accessibile a tutti …

Alessandro Polinori (Vicepresidente Nazionale LIPU)

… Sin da bambino, anfibi e uccelli sono stati gli animali che più mi hanno affascinato, anche per una serie di caratteristiche comuni, non sempre per loro positive. Entrambi, infatti, sono tristemente oggetto di superstizioni e false credenze, non di rado sfociate in vere e proprie persecuzioni …

In tale contesto, questa dettagliata opera dei naturalisti Grano e Di Giuseppe è, quindi, doppiamente preziosa, perché, da un lato, aiuta a comprendere la bellezza e l’importanza di animali purtroppo ancora poco apprezzati e, dall’altro, approfondisce la loro presenza nell’ambito di un territorio, quale il Litorale Romano, dove, malgrado l’alto livello di antropizzazione, sopravvivono ambienti e specie estremamente rilevanti dal punto di vista conservazionistico

Un libro che è un invito alla scoperta e all’azione, affinché, attraverso l’osservazione, si possa arrivare a rispettare e amare questi meravigliosi animali, proteggendo al contempo quella che è la loro casa, con evidenti benefici anche per gli esseri umani …

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Cittàpolitica

Chiusura Civitavecchia Sud, Befani: "Fate attenzione al traffico su Aurelia"

AttualitàCittà

Ladispoli, domenica prossima raccolta di sangue

CittàNotizie

Nature Education e Friday For Future Civitavecchia per la spiaggia del Pirgo

CittàNotizie

Nomina dell’assessore Gaetani, " Segno di voler cambiare questa città"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista
Hai bisogno di aiuto?