fbpx
Attualità

Alla casa circondariale di Civitavecchia “Il Campo”

Il progetto fortezza si rivolge alla popolazione detenuta maschile e femminile della casa circondariale e della casa di reclusione di Civitavecchia

Alla casa circondariale di Civitavecchia “Il Campo” –

Riceviamo e pubblichiamo –

Si è tenuto il 10 ottobre presso il Teatro della casa Circondariale di Civitavecchia, lo spettacolo “Il Campo” liberamente ispirato a “I ragazzi della via Pal” e interpretato dai detenuti della compagnia Addentro della Casa Circondariale di Civitavecchia.

Alla casa circondariale di Civitavecchia "Il Campo"
Alla casa circondariale di Civitavecchia “Il Campo”

Il PROGETTO FORTEZZA si rivolge alla popolazione detenuta maschile e femminile della Casa Circondariale e della Casa di Reclusione di Civitavecchia e nasce con l’intento di utilizzare il potenziale terapeutico dell’arte teatrale come strumento di prevenzione e riabilitazione del disagio mentale attraverso la promozione generale del benessere psico-fisico..

L’esperienza teatrale ,infatti, non svolge una semplice funzione ricreativa e di stimolo intellettuale, poiché permette lo sfogo, la canalizzazione e la trasformazione in atti costruttivi di emozioni potenzialmente distruttive.

Si tratta di fatto, di interventi di prevenzione primaria , secondaria e terziaria in ambito psicologico e psichiatrico.

Alla casa circondariale di Civitavecchia "Il Campo"
Alla casa circondariale di Civitavecchia “Il Campo”

Nel periodo di riferimento di 6 mesi sono stati coinvolti 36 detenuti, e di questi 16 hanno partecipato alla rappresentazione finale. I partecipanti avevano età ed etnie differenti.

Le differenti etnie hanno costituito una ricchezza di risorse, prima fra tutte la possibilità dio trovare un linguaggio comune, attraverso l’espressività teatrale si è evidenziata una diminuzione dell’aggressività e degli atteggiamenti negativi, e l’utilizzo di comportamenti più congrui e adeguati all’ambiente detentivo.

Il laboratorio teatrale ha rappresentato un’effettiva ed efficace terapia del disagio, nonché uno stimolo per l’attivazione delle risorse personali di pazienti e operatori con conseguenze trasformative di luoghi e persone.

Lo spettacolo “Il Campo” si è svolto in un clima di grande commozione, presenti la dott.ssa Andò, La dott.ssa Celozzi e il Direttore Generale Quintavalle che ha manifestato la sua soddisfazione nel progetto.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Attualità

Ladispoli, il 21 novembre al Columbia si gioca a Burraco

AttualitàCittà

Sabato 16 novembre raccolta sangue dell’AVIS di Ladispoli

Attualità

Mercoledì 20 novembre appuntamento alla Palude di Torre Flavia

Attualità

4 novembre, campagna Fare Verde-ANSI: “loro lo hanno versato, noi lo doniamo”

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista
Hai bisogno di aiuto?