fbpx
Attualità

WWF Urban Nature 2020, ad Explora il Museo dei Bimbi di Roma

1 Condivisioni

LA NATURA IN CITTA’

Il numero di persone che vive in città è in continuo aumento: nel 2009 la quota della popolazione mondiale residente nelle aree urbane ha superato la soglia del 50% e le previsioni delle Nazioni Unite indicano che entro il 2050 le città ospiteranno oltre il 70% della popolazione complessiva (circa 6,3 miliardi su una popolazione mondiale prevista di 9,7 miliardi).

Per quanto riguarda l’Italia, secondo i dati Istat (2016), il verde urbano rappresentava nel 2014 il 2,7% del territorio dei capoluoghi di provincia. Ogni abitante ha a disposizione, in media, 31 metri quadrati di verde urbano, ma nella metà delle città italiane (60% della popolazione urbana) tale estensione è molto più contenuta (inferiore ai 20 metri quadrati) e in 19 città (per 2,2 milioni di cittadini) non raggiunge la soglia dei 9 metri quadrati obbligatori per legge

GLI OBIETTIVI DELL’INIZIATIVA NAZIONALE DEL WWF

-Ampliare la conoscenza sulla Natura in città e la sua importanza

-Individuare punti critici ed esperienze pilota sulla migliore gestione del verde e della biodiversità urbana in ambito locale finalizzate al buon governo della natura in città

-Coinvolgere realtà civiche già impegnate nella gestione di aree verdi, parchi urbani, orti sociali e giardini condivisi e valorizzarne l’attività, con focus nelle città capoluogo di Regione e delle 14 aree metropolitane

-Aggregare e attivare la comunità nella “scoperta e cura della Natura ”sotto casa (promuovendo percorsi partecipativi dalla citizen science alla citizen conservation)

A ROMA IL WWF PRESSO IL MUSEO EXPLORA

Urban Nature 2020 torna a Explora il Museo dei bambini: domenica 4 ottobre spazio all’iniziativa per scoprire, conoscere e incrementare la biodiversità nelle nostre città

“Urban Nature ci permette di svelare, scoprire la Natura attorno a noi – dichiara Raniero Maggini Presidente di WWF Roma e Area Metropolitana – anche in quei luoghi che viviamo tutti i giorni, lungo le strade che percorriamo, sulle mura di edifici o antichi manufatti che il nostro sguardo percepisce distrattamente anziché indagare, osservare con attenzione. Roma è una Città ricca di vita, di una biodiversità affascinante che ad esempio troviamo – talvolta con sorpresa – sulle sponde dei fiumi e dei fossi della Capitale, anche quando non mostriamo il rispetto che meritano, magari disseminando ovunque rifiuti di ogni genere. E con Urban Nature sono proprio i corsi d’acqua, la loro diffusa ed intricata rete, che vogliamo invitare tutti a riscoprire, volgendo gli occhi e la mente a contemplarne la bellezza, a comprenderne sino in fondo la straordinaria importanza.” 

“Urban Nature al Museo Explora offre alle famiglie il desiderio di scoprire e concepire il territorio in cui si vive come una singolarità: un meraviglioso meccanismo chiamato biodiversità urbana, in cui sentirci tutti coinvolti. Crediamo che l’unico modo per sostenere tale missione sia partire dal conoscere ciò che vogliamo proteggere” afferma Patrizia Tomasich, presidente del Museo Explora. 

Moltissime le attività in programma che vedranno al centro dell’attenzione il valore dei fiumi di Roma e, in generale, aiuteranno a capire l’importanza di tutelare e valorizzare l’acqua come bene vitale per la biodiversità e per la vita sul Pianeta

Tre i laboratori a cui potranno partecipare i bambini a seconda delle fasce di età e tre gli appuntamenti orari per partecipare con la propria famiglia alle passeggiate nel quartiere Flaminio lungo il fiume Tevere.

Il programma a Explora

Nell’area esterna del Museo attività e laboratori ad accesso gratuito per bambini dalle 10.00 alle 18.00. (max 7 partecipanti)

“Disegniamo il Tevere”  

Spazio disegno e il racconto dei fiumi di Roma: un laboratorio creativo a cura del WWF.
Fascia di età: dai 3 anni. Attività a fruizione libera, max 7 partecipanti.

Come bevono le piante

Osserviamo la capillarità per capire come riescano le piante a prendere dal terreno la quantità di acqua sufficiente al loro sostentamento.

Laboratorio a numero chiuso per bambini tra 3 e 5 anni

Inizio ore 10.15 – 11.00 – 11.45 – 12.30 – 15.15 – 16.00 – 16.45 – 17.30

Dalla sorgente alla foce
Percorriamo il percorso del fiume Tevere con gli ozobot.  Dov’è la sua sorgente? Che piante crescono vicino al fiume? Che animali ci vivono?
Laboratorio a ciclo continuo per bambini da 6 a 11 anni
Inizio ore 10.15 – 11.00 – 11.45 – 12.30 – 15.15 – 16.00 – 16.45 – 17.30

“Urban Nature: nel quartiere lungo il fiume”

Appuntamento per tre passeggiate nel quartiere Flaminio lungo il fiume Tevere con il WWF Roma e Area metropolitana.
Alle ore 10:00 alle ore 12:00 e alle ore 16:00 – durata 1 ora 

Per questa attività è necessaria la prenotazione scrivendo a [email protected] entro le ore 12 di sabato 3 ottobre. Inizio passeggiata all’ingresso di  Explora in via Flaminia 80.
I partecipanti dovranno indossare la mascherina.

Le attività esterne e gli accessi al museo si svolgeranno in sicurezza, con accessi contingentati e a seguito degli interventi per la sanificazione, seguendo i protocolli interni per i dipendenti e per le visite, nel rispetto delle linee d’indirizzo della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, BUR Regione Lazio numero 64 del 16/05/2020 e Rapporto ISS COVID-19 n.20 dell’8 maggio 2020. Visita la pagina Riapertura in sicurezza.

Il World Wide Fund for Nature (WWF) è la più grande organizzazione mondiale per la conservazione della natura. Nato nel 1961, è presente nel mondo con 24 organizzazioni nazionali, 5 organizzazioni affiliate e 222 uffici di programma in 96 paesi. Oltre 5 milioni di persone in tutto il mondo con il loro aiuto permettono al WWF di sostenere la sua sfida: oltre 1.300 progetti concreti ogni anno per la tutela della biodiversità e per creare un mondo dove l’uomo possa vivere in armonia con la natura.

Il Museo dei bambini di Roma ospita ogni anno scuole e famiglie proponendo attività e laboratori su diversi argomenti, come scienza, nuove tecnologie e ambiente. Grazie al gioco e alla metodologia del learning by doing, i bambini apprendono sul campo ed in prima persona temi anche complessi, da elaborare in un secondo tempo, anche tramite l’approccio non formale del contesto del museo.

LINK AL VIDEO DI PRESENTAZIONE:  https://www.youtube.com/watch?v=NDJKHdMRrB0

1 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Attualità

Civitavecchia, Tedesco: "Basta fumi, per un porto green"

Attualità

"Il 21 marzo il 41% dei positivi si trovava in ospedale, ieri solo il 5%"

Attualità

Santa Marinella, Minghella: "Decreto ristoro, disponibile sul sito del Comune il testo integrale"

Attualità

Coronavirus, su oltre 25mila tamponi 1995 positivi e 15 decessi

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.