fbpx
CittàNotizie

Tidei: “Pubblicata ordinanza sulla Stagione Balneare 2020”

“Questa ordinanza è stata concepita dopo numerosi incontri con i balneari”

Tidei: “Pubblicata ordinanza sulla Stagione Balneare 2020”-

In una giornata fitta di impegni, quella di ieri venerdì 29, a partire dall’avvio dei lavori di ripascimento delle spiagge di Santa Severa , abbiamo pubblicato l’ordinanza che interessa la Stagione Balneare 2020 , già disponibile sul sito in versione integrale (Numero 53 del 29-05-2020).
Questa ordinanza è stata concepita dopo numerosi incontri con i balneari, le associazioni di settore e con l’ausilio delle forze dell’ordine che sono di fatto deputate al controllo sul territorio.
Con rammarico, ho appresto leggendo il quotidiano “Il Messaggero – cronaca di Civitavecchia”, una serie di critiche sullo stesso tema, infondate e frutto esclusivo della giornalista, che hanno rappresentato Santa Marinella impreparata all’avvio della stagione balneare con conseguente lagnanza da parte dei gestori (che ho provveduto a chiamare uno per uno peraltro mai intervistati).
Mi auguro quindi che l’articolo apparso oggi sul quotidiano venga prontamente rettificato a testimonianza della serietà dello stesso a fronte di notizie ed interviste totalmente inesatte.
Per dovere di cronaca voglio rassicurare i miei concittadini che siamo assolutamente pronti ad accogliere , nel rispetto delle normative vigenti tese a contrastare la diffusione del Covid-19 tutti coloro che vorranno frequentare il nostro mare.
Sarà sì una stagione particolare, unica nel suo genere, ma i gestori con i quali mi sono confrontato quotidianamente sono pronti ad affrontarla così come il Comune per la sua parte.
E’ quanto mai fondamentale che ognuno faccia la propria parte dimostrando responsabilità e senso civico.

Santa Marinella, Tidei: "Rispettiamo le regole"


Troveremo in spiaggia informative su apposita cartellonistica, del personale munito di Termoscanner, assistenti ai quali verranno fatti Test sierologici che aiuteranno le persone a posizionarsi nel rispetto delle norme vigenti e della mia ordinanza di oggi, per prevenire ogni forma di assembramento e consentire le distanze tra i bagnanti.
Da ordinanza sindacale, sulle spiagge del territorio È SEMPRE VIETATO:
a) favorire assembramenti e contravvenire alle regole generali di prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 relative al distanziamento interpersonale, all’uso e al corretto smaltimento di dispositivi protettivi individuali;
b) posizionare le attrezzature balneari in maniera tale da non garantire l’ordinata gestione della spiaggia e i distanziamenti interpersonali;
c) non prestare adeguata vigilanza sui bambini al fine di mitigare il rischio di contagio da Covid-19;
d) esercitare attività ed organizzare manifestazioni (fiere, gare sportive, spettacoli, ecc.) senza la prescritta autorizzazione e/o nulla osta dell’Ufficio Demanio Marittimo Comunale per quanto attiene all’occupazione degli ambiti demaniali marittimi.
È INOLTRE VIETATO:
a) lo stazionamento dei bagnanti sulle vie di accesso, transito e sulla battigia oltre il tempo necessario allo spostamento e/o all’accesso al mare al fine di evitare assembramenti e agevolare il distanziamento interpersonale ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale; detto ultimo aspetto afferisce alla responsabilità individuale;
b) lasciare mezzi in sosta qualora ciò comporti intralcio al sicuro svolgimento dell’attività balneare, ad eccezione di quelle destinate alla locazione da parte di ditte autorizzate o alle operazioni di assistenza/salvataggio obbligatoriamente previsti per le concessioni demaniali marittime di stabilimenti balneari;
c) lasciare, oltre il tramonto del sole, sulle spiagge libere, ombrelloni, sedie a sdraio, tende e altre attrezzature comunque denominate;
d) occupare con ombrelloni, sdraio, sedie, sgabelli, teli, ecc. nonché mezzi nautici, la fascia di 5 metri dalla battigia destinata esclusivamente al libero transito con divieto di permanenza, ad eccezione dei mezzi di soccorso;
e) praticare attività ludico-sportive e qualsiasi gioco a squadre e, comunque, tutte le attività non specificamente acconsentite dalla normativa nazionale e regionale vigente in ragione della prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19;
f) ogni attività che produca rumore attraverso apparecchi a diffusione sonora ad un livello tale da costituire disturbo per la quiete pubblica: – dalle ore 13,00 alle ore 16,00; – dalle ore 21,30 alle ore 8,00 del mattino successivo, in tutti i giorni;
g) effettuare pubblicità, sia sulle spiagge sia nello specchio acqueo riservato ai bagnanti, mediante la distribuzione e/o il lancio, anche a mezzo di aerei, di manifesti ovvero di altro materiale.
Vi invito comunque a leggere il testo integrale sul sito del comune.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Omicidio Vannini, i legali dei Ciontoli chiedono di ascoltare Viola Giorgini come testimone

Notizie

Passoscuro, Catini: "Basta propaganda dell'amministrazione"

Notizie

Coronavirus, nel Lazio oggi solo 5 nuovi casi e zero decessi

Notizie

Coronavirus, anche oggi zero nuovi casi sul territorio

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.