fbpx
Attualità

Simulano finto sinistro stradale: arrestati due truffatori

13 Condivisioni

Intervenuti prontamente i Carabinieri

Simulano finto sinistro stradale: arrestati due truffatori – La nota dei Carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Ostia Antica, al termine di un’articolata attività d’indagine, hanno arrestato un 33enne e un 63enne, entrambi di Acilia, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione degli arresti domiciliari, emessa dal giudice del Tribunale di Roma che ha pienamente concordato con le risultanze investigative.

I due, già noti alle forze dell’ordine per la commissione di analoghi reati, alcuni giorni prima di capodanno si erano appostati all’interno del parcheggio antistante un noto supermercato di via di Castel Fusano e, appena individuata una coppia di anziani che con la propria auto stava facendo manovra, hanno inscenato un sinistro stradale, sostenendo di aver subito un danno alla loro vettura.

I malfattori, approfittando della buona fede delle vittime, sono riusciti a convincere i due anziani a non chiamare le forze dell’ordine, paventandogli un fantomatico aumento della polizza assicurativa e a chiudere la faccenda bonariamente con il pagamento di 500 euro, accontentandosi successivamente, però, della somma di 270 euro, denaro contante, in quel momento disponibile nelle tasche dei due coniugi 80enni.

Nei giorni successivi, l’anziana vittima però ripensando all’accaduto, aveva forti dubbi sulle responsabilità nella vicenda e si è presentata negli uffici della Stazione Carabinieri di Ostia Antica per avere un consiglio sulla questione. I militari, ascoltata l’anziana, hanno immediatamente capito di essere di fronte a un caso di truffa ed hanno raccolto la denuncia.

Con le poche informazioni fornite dalla vittima, i Carabinieri hanno avviato una minuziosa attività d’indagine che, supportata dall’attenta analisi di alcune testimonianze e accertamenti effettuati sul posto, ha consentito ai militari di ricostruire l’accaduto e di individuare i due truffatori, denunciandoli all’Autorità giudiziaria; il giudice ha condiviso la ricostruzione dei fatti realizzata dai Carabinieri e, riconosciuta la pericolosità sociale dei malfattori, ne ha disposto l’immediato arresto.

13 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Attualità

Civitavecchia, la campagna di prevenzione dell'Ass. In The Clauds si conclude l'8 marzo

Attualità

Coronavirus, D'Amato: "Con la vaccinazione degli anziani si riduce l'incidenza e la mortalità"

Attualità

Ladispoli: frigo abbandonato sulla spiaggia di Marina di San Nicola

Attualità

Coronavirus, D'Amato: "Sull'unica dose servono indicazioni chiare"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.