fbpx
Città

Santa Marinella, continuano le attività per mettere in sicurezza i fossi

Tidei sul consumo di suolo: “Semmai è vero l’esatto contrario visto che da molto tempo non è in atto nessuna lottizzazione”

Santa Marinella, continuano le attività per mettere in sicurezza i fossi –

“Condivido pienamente le legittime aspettative e i timori di una popolazione che in passato ha vissuto eventi calamitosi e subito esondazioni al punto che mi chiedo come mai nonostante si fosse a conoscenza anche dei pericoli che insistono lungo alcuni corsi d’acqua che traversano l’abitato, non si sia mai intervenuti come stiamo facendo noi anche in questi giorni”.

Lo ha dichiarato in un comunicato il Sindaco di Santa Marinella, Pietro Tidei, introducendo una nuova serie di attività volte a contrastare il rischio idrogeologico della città tirrena.

Santa Marinella è una città, infatti, in cui il rischio di alluvioni è sempre molto alto: oltre a quella storica del 1982, la città ne ha subite anche altre in tempi più recenti.

Confronti col passato

Tidei sottolinea come la sua Amministrazione si sia prodigata in “tutta una serie di opere di bonifica e di manutenzione ordinaria e straordinaria dei corsi d’acqua e lo sta facendo con un ingente spiegamento di fondi e di mezzi”.

E questo puntando il dito anche contro “anni di assoluto immobilismo delle passate giunte anche sul fronte della pulizia degli alvei dei fossi”.

“Proseguono infatti a pieno ritmo le ore di pulizia di fossi che da decenni non venivano bonificati”, dice.

“Con il consigliere Andrea Amanati che sta seguendo la vicenda insieme ad altri componenti della maggioranza, da settimane ormai stiamo compiendo ispezioni e verifiche e avviando tutti gli interventi come quello che più di recente ha interessato il fosso di Santa Maria Morgana, quello che sfocia nei pressi del porticciolo turistico”.

Il consumo del suolo

“Sento talvolta anche parlare, forse non a ragion veduta, di consumo del suolo e mi chiedo come si possa riferire questa affermazione al nostro territorio.

Semmai è vero l’esatto contrario visto che da molto tempo ormai a Santa Marinella non è in atto nessuna lottizzazione. 

Non si vede all’orizzonte una sola gru su questo comprensorio comunale mentre è possibile avvistare molte ruspe in azione lungo fossi e torrenti”.

Gli interventi futuri

“L’azione messa in campo proseguirà anche nelle prossime settimane poiché sono previsti interventi lungo tutti gli alvei di fossi cittadini.

Questo mentre prosegue anche l’iter per appaltare i lavori di messa in sicurezza idraulica dei fossi più a rischio ovvero Castelsecco e Ponton del Castrato.  

Questo a dimostrazione che si sta lavorando nell’ottica di una capillare azione di prevenzione di eventi alluvionali tanto più che i cambiamenti climatici hanno finito per aumentare i rischi di calamità su tutto il Mondo”.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Città

Montefiascone: il 22 ottobre un evento per scoprire la raccolta notturna degli uliveti recuperati dall’abbandono

CittàEconomia

Fiumicino, un Tavolo per una possibile crisi dell’indotto Alitalia

Città

Cerveteri, terminata la riasfaltatura anche di Via Colle dell’Asino

CittàCulturaStoria

Lorium, l’antica città che si cela sotto la piccola Castel di Guido

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.