fbpx
 
CittàNotizie

Non si riesce a regolamentare i Dehors? Allora pedonalizziamo il viale”

Le parole di AnimaVerde Ladispoli

Non si riesce a regolamentare i Dehors? Allora pedonalizziamo il viale”

A volte risulta difficile comprendere le difficoltà della nostra cittadina e l’impossibilità di portare avanti progetti di civiltà, fruibili a tutti. 

Dei dehors si è parlato e se ne continua a parlare e salta agli occhi di tutti, del tempo che si sta perdendo, cercando di prendere una scelta, la meno dolorosa possibile. 

Si creano così fazioni, di non abili e abili che non riescono a camminare sui marciapiedi del centro, e di coloro a cui tutto ciò sembra solo un’esagerazione.

 Lo slittamento poi, avvenuto lo scorso anno in consiglio comunale, con una proroga di mesi e mesi, risulta incomprensibile. 

Vorremmo non credere alle voci che parlano di “trattamenti di favore” verso alcune attività piuttosto che altre, vorremmo non dover prendere sempre la difesa di chi ha difficoltà di camminare per strada su una sedia a rotelle o semplicemente con un passeggino. 

Vorremmo semplicemente che, dietro ad ogni proclama, seguisse una decisione, di qualunque tipo. Spesso gli ambientalisti sono visti come coloro pronti a dire solo no.

AnimaVerde nasce invece, con l’intento di raccogliere tutte le anime ambientaliste presenti a Ladispoli, disposte a dare soluzioni piuttosto che stroncare idee sul nascere.

La nota di AnimaVerdeLadispoli
AnimaVerdeLadispoli: “Ladispoli non abbocca”

Per migliorare insieme possiamo darci tutti una nuova possibilità. Se questi benedetti dehors non si riescono a regolamentare, perché non pensare ad una pedonalizzazione totale del viale?

Qualcuno potrebbe dire che in questo modo, i commercianti possano avere disagi anche economici.

Ma sono centinaia gli esempi positivi nel mondo e i “no” finora sentiti non dicono tutta la verità.

 Per rendere la nostra città più bella, senza doppie file, caos ed incroci pericolosi. 

Le persone sono nate per dialogare e ci auguriamo di poterlo fare con le persone interessate, cittadini, commercianti, amministratori. Se l’interesse è comune, allora ci si può lavorare.

Se dobbiamo parlare di “ladispolanità”, facciamolo nel modo corretto senza dividerci tra colori e bandiere. 

AnimaVerde Ladispoli

Post correlati
Cittàpolitica

"La maggioranza continua ad usare la pagina social del comune in modo inappropriato"

Notizie

Maltempo, nelle prossime ore previste forti piogge e vento

CittàCronaca

Roma, nascondigli nelle auto per spacciare la droga

Città

Cerveteri, posticipata la scadenza della prima rata Tarip 2022

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.