Notizie

No smoke in spiaggia, Ladispoli tra i 21 comuni italiani

Nel Lazio oltre alla città balneare hanno detto stop alle sigarette in spiaggia anche Anzio, Latina e Ponza

No smoke in spiaggia, Ladispoli tra i 21 comuni italiani –

La città di Ladispoli tra i 21 Comuni italiani che hanno detto stop alle sigarette in spiaggia.

A tracciare la mappa delle città no smoke è Il Sole 24 Ore.

Il boom arriva dalla Sicilia con ben 16 spiagge nella lista stilata.

Nel Lazio oltre a Ladispoli ci sono invece anche Anzio, Ponza e Latina.

No smoke in spiaggia, Ladispoli tra i 21 comuni italiani
No smoke in spiaggia, Ladispoli tra i 21 comuni italiani

Da quest’anno lo stop alle sigarette è arrivato con un’ordinanza a firma del sindaco Alessandro Grando.

“L’amministrazione comunale ha intrapreso un percorso teso a tutelare il nostro mare, la salute dei cittadini ed il decoro urbano di Ladispoli. Un patrimonio collettivo che difenderemo in ogni modo”.

Con queste parole il sindaco di Ladispoli, Alessandro Grando, aveva annunciato la pubblicazione dell’ordinanza, resa immediatamente esecutiva, con cui si stabiliva che in tutte le spiagge del territorio del Comune di Ladispoli è vietato fumare sulla battigia ed in prossimità della stessa, nonché nello specchio acqueo di competenza comunale L’atto prevede anche il divieto di gettare rifiuti prodotti da fumo, come cenere e mozziconi di sigarette, nelle acque, negli arenili e su tutto il territorio comunale.

“E’ solo il primo passo – prosegue Grando – per arrivare all’obiettivo finale di introdurre il divieto assoluto di fumo sulle spiagge della nostra città. Siamo stanchi di vedere le nostre spiagge e le nostre strade deturpate da mozziconi di sigaretta. La violazione dell’ordinanza sarà punita con una sanzione fino a 500 euro. Sono certo che i cittadini, gli operatori balneari ed i turisti che popolano la nostra città apprezzeranno questa iniziativa, destinata a salvaguardare la salute, il decoro urbano e l’ambiente”.

Almeno solo per il 2019 questo divieto riguarda solo la battigia e lo specchio acqueo antistante le spiagge fino a 200 metri di distanza dalla riva.

Dal prossimo anno, invece, come spiegato dal sindaco ladispolano durante la giornata mondiale degli oceani, si punta ad allargare il divieto fin sotto gli ombrelloni dei bagnanti. Ai fumatori saranno invece riservate delle aree dove poter fumare in tutta tranquillità.

Un passo in avanti, come spiegato dagli amministratori di palazzo Falcone, per contrastare l’inquinamento delle spiagge e del mare.

Plastica e cicche di sigarette sono infatti tra i rifiuti più raccolti sulle spiagge.

E Il Sole 24 Ore traccia anche un’altra mappa. Quelle delle spiagge plastic free.

In questo senso, sebbene il Comune di Ladispoli abbia aderito alla campagna, la strada da compiere ancora è tanta.

Al momento sono infatti pochi gli stabilimenti balneari che hanno deciso di dire addio alla plastica monouso, sostituendola con altri materiali riciclabili e più “favorevoli” alla natura.

Qui l’analisi infodata: https://www.infodata.ilsole24ore.com/2019/07/03/40159/

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Come evitare i borseggi? I consigli dei Carabinieri

Notizie

Furti ai danni dei turisti: arrestati 15 borseggiatori

Notizie

Cerveteri, pubblicati gli interventi sul verde

Notizie

Ladispoli, al via la manutenzione straordinaria delle strade

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista