fbpx
 
 
Città

Arriva la prima edizione del premio “Maria Luisa Costantini Astaldi”

Il consiglio regionale del Lazio di Italia Nostra ha istituito un premio da conferire a coloro che si distinguono in azioni meritorie, in ambito regionale o dall’esterno a favore della popolazione e del territorio della Regione Lazio, relative ad alcuni ambiti

Arriva la prima edizione del premio “Maria Luisa Costantini Astaldi” –

Riceviamo e pubblichiamo –

Maria Luisa Costantini Astaldi

Il Consiglio Regionale del Lazio di Italia Nostra ha istituito in data 11 maggio 2022 all’unanimità, un premio da conferire a coloro che si distinguono in azioni meritorie, in ambito regionale o dall’esterno a favore della popolazione e del territorio della regione Lazio, relative a:

  • Cultura
  • Ricerca storica
  • Ambito scolastico, universitario e della ricerca
  • Restauro di opere d’arte (quadri, statue, emergenze archeologiche)
  • Eroismo
  • Sport
  • Volontariato e organizzazioni internazionali 

Il premio sarà conferito ai prescelti in qualsiasi momento dell’anno.

Gli esponenti delle Sezioni operanti nel Lazio hanno la facoltà di segnalare, con specifiche motivazioni, nominativi che si sono distinti nei campi sopra citati.

La Giunta Regionale di Italia Nostra Lazio in sede collegiale valuterà le segnalazioni per il conferimento del riconoscimento che consisterà in una pergamena e una medaglia che saranno consegnate nella sede più confacente alle residenze dei prescelti.

Il Premio è dedicato a Maria Luisa Costantini Astaldi (14 agosto 1899 Tricesimo– 22 dicembre 1982 Roma). 

Italia Nostra Lazio ha già istituito da tempo in suo onore l’Università Verde Maria Luisa Astaldi, regolarmente iscritta all’Ufficio del Registro di Roma.

Era una donna di classe, dai lineamenti e dal portamento fisico e intellettuale che la imponevano all’attenzione di tutti. Scrittrice di saggi critici e romanzi, giornalista, fondatrice nel 1947 della rivista Ulisse, la prima rivista italiana con intenti di divulgazione scientifica, alla quale hanno collaborato numerosi studiosi e personalità della cultura. Collezionista d’arte, lascia la sua collezione di capolavori d’arte italiana del 900 (Collezione Maria Luisa e Sante Astaldi) ai Musei di Udine. Anche altre proprietà sono donate per disposizione testamentaria ad altre istituzioni culturali; in particolare, la sua casa romana, una villa ai Parioli, assieme ad altri beni, è stata donata all’Associazione Italia Nostra, che è quindi debitrice nei suoi confronti “ad aeternum”. 

Post correlati
CittàCultura

Cerveteri, si conclude la 15a edizione del Forum delle Scuole

CittàCronacaNotizie

Guidonia, incidente tra due auto: grave un bambino di tre anni

CittàSport

Civitavecchia, terzo posto ai regionali under 16 eccellenti per VolleySì

CittàNotiziepolitica

Politiche sociali, il candidato sindaco Moscherini incontra i cittadini

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.