fbpx
 
Cittàpolitica

Ladispoli, l’Unione Inquilini aderisce a “sfratti zero”

Obiettivo dell’iniziativa: sensibilizzare la cittadinanza e l’amministrazione comunale sul tema del diritto alla casa

Ladispoli, l’Unione Inquilini aderisce a “sfratti zero” –

L’Unione Inquilini di Ladispoli aderisce alla giornata “sfratti zero”. Obiettivo: sensibilizzare la cittadinanza e l’amministrazione comunale sul tema del diritto alla casa.

“Nel 2021 il Ministero degli Interni ci ha confermato che l’85% delle convalide di sfratto in Italia sono state emesse per morosità incolpevole degli inquilini, ossia di persone che non sono più riuscite, contro la loro volontà a sostenere i costi di una abitazione in affitto”, ha detto la segretaria dell’Unione Inquilini di Ladispoli, Alessandra Maggi.

Ladispoli, l'Unione Inquilini aderisce a

“Questo dato è ancora più spaventoso se si legge nel contesto attuale di costante aumento del costo della vita e l’incremento esponenziale delle bollette energetiche, insostenibili per milioni di famiglie”.

E a tal proposito l’associazione ha indetto una scuola di formazione sul diritto alla casa. Appuntamento il 18, 19 e 21 ottobre alla Corrado Melone, Teatro Odescalchi. Obiettivo: “Aiutare le persone a orientarsi meglio nel mercato delle locazioni e per sapere quali aiuti possono ricevere dallo Stato”.

Inoltre, l’Unione Inquilini Ladispoli, chiederà un incontro con il delegato alle politiche sociali Fiovo Bitti e al sindaco Alessandro Grando, “per cercare delle soluzioni per alcune delle famiglie che stiamo seguendo”.

“Complessivamente crediamo vada fatto uno sforzo da parte del pubblico – ha proseguito Maggi – in tutte le sue articolazioni, per reperire immobili sfitti e abbandonati, sia pubblici che privati, da destinare alle famiglie in difficoltà e per garantire il passaggio ‘da casa a casa’ e per sostenere quei 17milioni di persone che, oggi, nel nostro Paese versano in condizioni di difficoltà”.

“L’intervento della nostra organizzazione non è solo locale, abbiamo infatti aperto delle interlocuzioni a livello regionale e nazionale per avere degli stanziamenti straordinari finalizzati all’aumento del patrimonio di edilizia residenziale pubblica e a istituire misure immediate di sostegno per le bollette. Inoltre, abbiamo -richiesto interventi strutturali che limitino gli aumenti delle utenze (per esempio, l’azzeramento dell’IVA), nonché la tassazione al 100% degli extraprofitti delle aziende energetiche. Abbiamo chiesto che, in ogni caso, non siano consentiti distacchi di luce e gas, laddove le morosità siano dovute agli aumenti, in quanto si tratta di servizi necessari per la sopravvivenza delle attività commerciali e delle famiglie”.

“In ogni caso le porte della nostra associazione saranno sempre aperte per fornire un sostegno e delle risposte a chiunque viva un momento di difficoltà sperando che si possa instaurare un clima di serena collaborazione con l’amministrazione comunale che fino a oggi non ha mai risposto alle nostre richieste di incontro”.

Post correlati
Città

Civitavecchia, Cacciapuoti: "Lavori straordinari a corso Marconi per far brillare la vetrina della città"

Città

Ladispoli Attiva: "Benvenuti in Acea, tra disservizi e mancanza di comunicazioni ai cittadini"

Città

Civitavecchia, l'8 dicembre al San Giorgio notte di Meraviglie e volontariato

CittàNotizie

Guasto alla rete idrica, il Comune di Ladispoli protesta con Acea

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.