fbpx
 
Notizie

Ladispoli, il consiglio comunale dice sì al centro commerciale sull’Aurelia

Voto favorevole da parte della maggioranza. Anche il consigliere Pierini vota sì ed esce dal gruppo consiliare del Pd. A piazza Falcone sit-in di protesta

Ladispoli, il consiglio comunale dice sì al centro commerciale sull’Aurelia –

Voto favorevole da parte della maggioranza, in consiglio comunale, al piano particolareggiato che porterà alla realizzazione di un centro commerciale sulla statale Aurelia.

Ladispoli, il consiglio comunale dice sì al centro commerciale sull'Aurelia
Ladispoli, il consiglio comunale dice sì al centro commerciale sull’Aurelia

Progetto, quello portato in consiglio comunale lunedì sera che ha suscitato polemiche da parte di diverse associazioni e movimenti politici di opposizione del territorio, tanto che lunedì sera, mentre in aula consiliare si svolgeva il consiglio comunale relativamente anche al piano particolareggiato, fuori, in piazza Falcone, hanno indetto un sit-in di protesta invitando i cittadini a parteciparvi.

Non più di una cinquantina i presenti fuori dal palazzetto comunale, tra cui diversi esponenti di partito, come il segretario locale del Pd, di Italia in Comune che vede nel sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci, il suo leader a livello nazionale, il consigliere della lista civica Ladispoli Città, Eugenio Trani.

«Ieri sera (lunedì per chi legge, ndr) si è dimostrato per l’ennesima volta che al governo della città c’è una classe dirigente tenuta insieme dal principio che lo sviluppo possa passare solo per nuovi palazzi, nuovi centri commerciali, nuovo consumo di suolo pubblico. Ma l’ultima parola non è ancora detta», hanno detto dal neonato movimento Ladispoli Attiva presente alla manifestazione. Dito puntato anche sul consigliere, ormai ex Pd, Marco Pierini che, controcorrente rispetto al partito locale ha dato il suo appoggio al piano particolareggiato presentato dall’amministrazione di centrodestra.

«Il tradimento del consigliere Pierini – ha proseguito ancora Ladispoli Attiva – ex candidato sindaco del centro sinistra, è un fatto grave che deve essere uno spartiacque. Finora c’è stata una parte di centrosinistra che ha condiviso questa visione della città. Una volta per tutte, è arrivato il tempo di allontanarli dal nostro campo».

Diversa la considerazione però del consigliere Pierini che ha ricordato che la posizione della maggioranza del sindaco Grando su questo particolare punto, lo sviluppo urbanistico, non in termini di residenziale, ma di realizzazione di nuovi servizi per la città, sia la stessa posizione, assunta «dal Pd e dalle Giunte di centrosinistra negli ultimi 20 anni. Loro oggi hanno fatto inversione, in maniera legittima – ha detto – come per me è stato legittimo mantenere invece il punto. Basta vedere il mio programma elettorale (delle ultime amministrative, ndr), ci si rendeva conto della mia posizione».

Ladispoli, il consiglio comunale dice sì al centro commerciale sull'Aurelia
Ladispoli, il consiglio comunale dice sì al centro commerciale sull’Aurelia

Il consigliere ex dem e tornato alle origini della campagna elettorale (nella lista dei Protagonisti) ha inoltre ricordato come quello approdato in consiglio comunale sia «la stessa variante al Prg approvata da noi nel 2010, poi rivista e corretta nel 2019 da Grando, epurata dall’edilizia residenziale». Ma nonostante la sua posizione, relativa allo specifico punto all’ordine del giorno, Pierini è chiaro: «Nessun cambio di posizione politica. Sto all’opposizione e all’opposizione resto» in un seggio peraltro, «espressione della lista “Protagonisti per Pierini Sindaco” con la quale avevo iniziato la mia consiliatura».

Ora però per il consigliere ladispolano, dopo l’uscita dal gruppo consiliare Pd, c’è un altro aspetto da dover chiarire: il suo ruolo di commissario dem nella vicina città etrusca. «Giovedì mattina ho appuntamento con il segretario provinciale e ne discuteremo. La mia idea era quella di portare il Pd a congresso entro la fine di luglio. Quindi per quella data – ha detto – la mia esperienza di commissario si può dire finita».

IL PIANO PARTICOLAREGGIATO. Intanto durante la sua illustrazione in aula consiliare il primo cittadino ha ripercorso i passi che hanno portato alla fine alla votazione favorevole della maggioranza, alla realizzazione del centro commerciale.

«Si tratta dell’anticipazione di quella che è la previsione urbanistica già introdotta nel 2010 dalla precedente amministrazione di centrosinistra. Nel 2019 questa amministrazione l’ha rivista per ridurre le cubature generali e l’insediamento urbanistico» riuscendo così a ridurre il progetto di «980mila metri cubi».

Il progetto prevede la realizzazione «di un polo produttivo commerciale di 32mila metri cubi, tre medie strutture e alcune attività di vicinato. Saranno cedute delle aree al Comune per il verde, i parcheggi e la piazza e sarà realizzata una complanare per alleggerire il traffico sull’Aurelia».

Il piano particolareggiato così come concepito, inoltre, porterà nelle casse comunali «980mila euro di contributo straordinario per la realizzazione di opere pubbliche» e «300 nuovi posti di lavoro». Ora, dopo l’ok del consiglio comunale, il progetto passerà al vaglio della Regione Lazio per il via libera definitivo.

(torna a baraondanews)

Post correlati
CittàCronacaNotizie

Ladispoli, furto nella notte nel bar 'L'angolo del Caffè'

Notizie

Cerveteri, "Sos cuccioli": l'appello, si cerca una nuova casa

Notizie

Fiumicino, De Pascali: "Più vicini a cittadini. Avviata la ricognizione dei locali comunali per mettere in atto il decentramento"

CittàNotiziepolitica

Sicurezza a Cerenova, le Forze dell’Ordine intensificano i controlli: soddisfatto il Sindaco Gubetti

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.