fbpx
 
Cittàpolitica

Ladispoli, Amelia Mollica Graziano: “Passano gli anni ma i metodi ‘grandiani’ sono sempre gli stessi”

Il consigliere d’opposizione Amelia Mollica Graziano interviene sulla revoca delle deleghe all’assessore al Commercio e Attività Produttive Stefano Foschi

Ladispoli, Amelia Mollica Graziano: “Passano gli anni ma i metodi ‘grandiani’ sono sempre gli stessi” –

Riceviamo e pubblichiamo –

Passano gli anni ma i metodi “grandiani” sono sempre gli stessi! Con dispiacere prendiamo atto della revoca all’assessore Dott. Stefano Foschi.

Ladispoli Amelia Mollica Graziano

Un uomo preparato professionalmente, che ha dato e che sicuramente avrebbe potuto continuare a dare un contributo professionale e competente, importante per la nostra città.

Ma ancora una volta il sindaco di Ladispoli si mostra per quello che è, una persona che ancora deve crescere politicamente, vendicativa, scontata ormai nelle sue azioni che prende decisioni in base ai suoi umori, piuttosto che per il bene della città che dovrebbe mettere al primo posto.

Le discrepanze all’interno della maggioranza sono ormai evidenti, e forse anche scontate! A soli 7 mesi dall’insediamento abbiamo già visto dimettersi l’assessore Lazzarotto (costretta da quanto lei ha dichiarato), consiglieri che hanno fatto più giri di partiti che di giostre, non fiatando in consiglio comunale ma facendo solo muovere gli arti superiori in base agli ordini da eseguire.

Questo è il basso livello politico in cui versa l’ amministrazione. Il governare del sindaco da padre padrone, sta perdendo forza. Il gruppo di Progetto Ladispoli sembra non volersi sottomettere ai toni impositivi e autoritari del sindaco, tanto che è bastata un’astensione sui punti del consiglio comunale a scatenare l’ira funesta per la revoca dell’assessore di Progetto Ladispoli, proprio come successe in passato.

“Mai avere idee diverse o non in linea con il “capo” altrimenti vai fuori!”. Questa politica di metodi patriarcali non può più essere accettata e soprattutto non ci porta lontano.

Siamo stanchi di assistere ai capricci e alle scaramucce del sindaco sia in maggioranza che nel consiglio comunale.

Il bene dei cittadini dovrebbe essere una priorità dell’amministrazione, ma a quanto pare prevalgono gli interessi personali.

Post correlati
CittàCronaca

Cerveteri, guasto improvviso alla rete idrica del Sasso

CittàCronaca

"Ladispoli. Un viaggio lungo 3000 anni di storia"

CittàNotizieOspiti

“Sono sicura che, presto, vedremo un cerveterano alle Olimpiadi”. L’intervista all’allenatrice Loredana Ricci

Città

2 Casette, al via questa sera la sagra del Melone e fiera dell'agricoltura

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.