fbpx
CulturaItaliaNotizieStoria

Il significato vero del 2 giugno

Tra continuità e cambiamento nel 1946 gli italiani volutamente si posero di fronte ad un bivio

di Marco Di Marzio

Il significato vero del 2 giugno –

Il 2 giugno rappresenta per l’Italia un momento spartiacque della propria esistenza temporale. 74 anni fa, il 2 e 3 giugno 1946, dopo 21 anni di dittatura e dunque di imposizioni e impedimenti di ogni genere, con un voto a suffragio universale uomini e donne accomunati dalla stessa appartenenza per mezzo delle ritrovate urne elettorali con un referendum definirono la loro futura forma di governo.

In quella occasione gli italiani volutamente si posero di fronte ad un bivio: scegliere la continuità con il Regno, oppure optare per la discontinuità ed aprire così una nuova fase per il Paese offerta dalla forma istituzionale repubblicana. Sullo sfondo, a cornice di giudizio degli 85 anni di operato della corona, due decenni di totalitarismo fascista, gli ultimi, ed una guerra mondiale durata 5 anni, causa di una realtà contraddistinta da morte e distruzione.

Quelle macerie causate dal conflitto ebbero però un elemento caratterizzante, quello di rappresentare la volontà di rinascere. Perché l’Italia era ed è ben altra cosa rispetto al modello scellerato presentato al mondo da Benito Mussolini, dal 1922 al 1943, acconsentito tacitamente dai reali di casa Savoia. Gli italiani sono un popolo di gente semplice che vuole impegnarsi a vivere, in pace, fratellanza ed armonia, che ama la cultura, l’arte, il lavoro e la quotidianità. Il risultato referendario che ne conseguì rappresentò l’esito di un giudizio di cambiamento totale e piena fiducia nella ritrovata democrazia con l’elezione dell’Assemblea Costituente.

Il 2 giugno, a tutt’oggi, non è soltanto la sfilata celebrativa organizzata in Via dei Fori Imperiali a Roma, quest’anno inoltre non di scena per le ragioni sanitarie che tutti conoscono. L’evento è una semplice raffigurazione in cui si ripropone l’esposizione di vari schieramenti militari e civili in onore della nazione e contemporaneamente con la manifestazione continuare il processo di conservazione dei valori, significati ed eventi del passato.

Il 2 giugno è molto più profondo. E’ l’essenza del vivere insieme dandosi delle buone regole per guardare al futuro con speranza e il riconoscimento degli errori compiuti nel passato, delle decisioni, del modo in cui aver preso provvedimenti dai risvolti devastanti.

Il significato vero del 2 giugno può essere d’aiuto anche in questo momento, per tutti.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Covid, 106 nuovi casi sul territorio: 26 a Cerveteri e 11 a Ladispoli. Il bollettino di venerdì 3 dicembre 2021

Notizie

Santa Marinella, Tidei: "Sta per essere avviato un ampio progetto di riqualificazione del litorale"

CittàNotizie

Positivo al Covid fugge dall’Ospedale: si nasconde a Ladispoli ma viene fermato dai Carabinieri

Cultura

L’IIS “Leonardo da Vinci” alla festa dell’Olio Nuovo di Cerveteri il 4 e 5 dicembre

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.