fbpx
Attualità

Grande successo del convegno per i 20 anni del gruppo archeologico del territorio cerite

L’evento lo scorso sabato nella Sala Flaminia Odescalchi di Santa Marinella

Grande successo del convegno per i 20 anni del gruppo archeologico del territorio cerite –

Si è svolto, sabato scorso, con grande successo, il Convegno effettuato, presso la Sala Flaminia Odescalchi di Santa Marinella, per celebrare i 20 anni dalla nascita del Gruppo Archeologico del Territorio Cerite (in acronimo GATC – Associazione di Volontariato) che ha la sua sede operativa presso lo splendido castello di Santa Severa sopra il Museo del Mare e della Navigazione Antica.

Grande successo del convegno per i 20 anni del gruppo archeologico del territorio cerite
Grande successo del convegno per i 20 anni del gruppo archeologico del territorio cerite

Al di là della gran bella attenzione calamitata dalle varie specifiche ottime relazioni effettuate dai vari membri specialisti del GATC, c’è da registrare la folta presenza dell’auditorio calcolata, nel pieno del Convegno, ad oltre 150 persone; un risultato non da poco, proprio in considerazione della giornata nella quale è stata effettuata(per esigenze logistiche) la Manifestazione, trattandosi di un prefestivo.

Tutto il Convegno, che ha avuto come chairwoman la bravissima Prof.ssa Simona Pirazzi la quale ha sostituito, più che egregiamente, il Dr. Arnaldo Gioacchini assente per malattia, si è giovato di molti e molto apprezzati Interventi Istituzionali ad iniziare dal quello dell’On. Marietta Tidei della Regione Lazio, per proseguire poi con Andrea Bianchi Vice Sindaco di Santa Marinella, Stefania Nardangeli Assessore alla Pubblica Istruzione dello stesso Comune, Luigi Landi Sindaco del Comune di Tolfa, Francesca Lazzeri Assessore al Commercio, Attività Produttive, Anagrafe e Comunicazione del Comune Ladispoli, Giuseppe Tota (Lazio Crea) ed Enrico Ragni Presidente dei Gruppi Archeologici d’Italia.

Grande successo del convegno per i 20 anni del gruppo archeologico del territorio cerite
Grande successo del convegno per i 20 anni del gruppo archeologico del territorio cerite

Fra i presenti da segnalare pure la presenza della Consigliera Comunale di Santa Marinella Paola Fratarcangeli delegata all’area archeologica di Castrum Novum, realtà antico romana, risalente all’epoca della Prima Guerra Punica, prossima a divenire il Parco Archeologico del Comune di Santa Marinella, insieme alla sottostante, sempre antico romana, domus a pianta quadrata (detta la Casa del Pescatore per i ritrovamenti specifici in materia ivi effettuati), con il tutto che è stato riportato alla luce, nell’ambito di una missione internazionale italo – franco – ceca, coordinata dall’archeologo Dr. Flavio Enei, proprio dai volontari specializzati del GATC insieme alle suddette realtà straniere.

Nell’occasione è stato letto anche il bel messaggio di congratulazioni della D.ssa e Grande Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana Silvia Costa già membro del Governo Nazionale, Regionale e del Comune di Roma la quale, da stimatissima Europarlamentare Presidente della Commissione Cultura ed Istruzione del Parlamento Europeo ha interagito, come tale e per alcuni anni, con tutti i vertici culturali mondiali ricevendone grandi attestati di stima.

Grande successo del convegno per i 20 anni del gruppo archeologico del territorio cerite
Grande successo del convegno per i 20 anni del gruppo archeologico del territorio cerite

Purtroppo al Convegno è mancato l’apporto del Comune di Cerveteri considerato che di questo Municipio non era presente nessun rappresentante. La dinamica della Manifestazione ha visto i seguenti report ad iniziare da quello di Flavio Enei (coordinatore scientifico del GATC di cui è stato uno dei fondatori 20 anni fa) e Paolo Marini (presidente dell’Associazione) i quali hanno presentato il volume “Gruppo Archeologico del Territorio Cerite 1999-2019”, per proseguire poi con “ I numeri del GATC” (P. Saladini. M. Dentale),“ Il progetto Castrum Novum” (F. Enei), “ Il recupero delle antiche Aquae Caeretanae” (R. Della Ceca), “Il recupero della necropoli del Laghetto al Sito UNESCO di Cerveteri” (G. Pasanisi,), “ Il Settore Restauro” (E. Bianchi, G. Biondini),“I Ponti antichi di Santa Marinella: la valorizzazione” (M. Precetti), “La didattica e la divulgazione sul territorio” (M. Principessa), “Il nuovo Museo del Castello di Santa Severa” (F. Enei), “ Il Centro Studi Marittimi” (S. Giorgi), “Il Turismo sociale e la Posta Vecchia” (R. Tiberti, N. Youssoufian),“Aleria: la ricerca in Corsica” (M. Vuono).

Il Gruppo Archeologico del Territorio Cerite vede insieme oltre 250 persone: Cittadini appassionati, studenti, ricercatori,archeologi, storici dell’arte,restauratori, architetti, geologi, giornalisti e professionisti in vari campi tecnici, scientifici ed amministrativi, tutti uniti, nel loro volontariato, dalla comune passione per la storia e l’archeologia.

Grande successo del convegno per i 20 anni del gruppo archeologico del territorio cerite
Grande successo del convegno per i 20 anni del gruppo archeologico del territorio cerite

A sottolineare anche la indiscussa valenza internazionale (vds. pure la succitata Castrum Novum) del GATC, vi è da dire che l’ottima restauratrice, appartenente al Gruppo, Gaia Biondini ha recentemente accompagnato ospite del China Museum Association il modello di nave caudicaria ( nave fluviale trainata da buoi) antico romana (facente parte della collezione degli splendidi modellini navali antichi del GATC esposti al polo museale del castello di Santa Severa di cui Enei è direttore scientifico).

In Cina la nave caudicaria viene esposta, nell’ambito della Mostra itinerante nomata “Portus”, la quale, nell’immenso territorio della RPC, è ospitata, in questi giorni e fino al prossimo anno, prima nel Museum di Ningbo (città di otto milioni di abitanti), poi in quello di Hainan (dieci milioni di abitanti) per chiudere in quello di Shangai (trenta milioni di abitanti). Questo a seguito degli accordi intercorsi fra il governo cinese, tramite il “Forum Culturale Italia – Cina”, con il polo museale di Santa Severa in collaborazione con il nostro Ministero per le Attività e i Beni Culturali visto che i cinesi hanno voluto far conoscere e divulgare al grande pubblico la storia, l’archeologia e la tecnologia che i Romani adottarono per assicurarsi il dominio sul Mare Nostrum.

Manco a dirlo la mostra “Portus” è visitatissima, considerato che solo il China Port Museum di Ningbo (che autolimita gli ingressi a settemila persone al giorno!) registra sempre il tutto esaurito. Settemila persone che ammirano, ogni dì, fra le altre gran belle cose ivi esposte, anche la “caudataria” del GATC.

Arnaldo Gioacchini

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
AttualitàCittà

L'Ass. Insieme per Vivere-Onlus aderisce alla raccolta fondi e generi alimentari

Attualità

Cerveteri, ripartono le lezioni legate alla divulgazione scientifica con 'Dinosauria'

AttualitàNotizie

L'8 aprile naso all'insù per l'arrivo della Superluna: sarà la più vicina dell'anno

AttualitàNotizie

Coronavirus, prorogata la 'stretta' fino al 13 aprile

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.