fbpx
 
CittàCronaca

Fiumicino: all’istituto di via Reggiani quattro aule anziché tre, studenti in protesta

Il Comune chiede alla preside di chiarire l’uso dei locali messi a disposizione da Città Metropolitana tramite una convenzione

Fiumicino: all’istituto di via Reggiani quattro aule anziché tre, studenti in protesta –

Fiumicino: all'istituto di via Reggiani quattro aule anziché tre, studenti in protesta

“La seduta della Commissione Trasporti, Demanio e Patrimonio si è interamente focalizzata sulla scuola e, nello specifico, sull’istituto Da Vinci”. Lo dichiarano la presidente e la vicepresidente, Barbara Bonanni e Federica Poggio.”Le questioni emerse sono diverse – proseguono -. Tra queste, una segnalazione giunta dagli studenti secondo la quale nello stabile di via Reggiani, che l’Istituto utilizza grazie ad una convenzione stipulata dal Comune con la Città metropolitana nel 2018, sarebbero state allestite quattro aule invece che tre aule e una sala professori come da planimetria allegata alla convenzione”.

“Una soluzione che, se confermata, metterebbe i ragazzi in una condizione non idonea ad un sereno svolgimento delle lezioni, considerato che la sala prof non ha dimensioni idonee ad accogliere un’intera classe”.

“In queste ore le ragazze e i ragazzi del Da Vinci stanno protestando anche contro questa soluzione e per questo hanno tutto il nostro supporto – concludono Bonanni e Poggio -. Ma per venire a capo della vicenda abbiamo scritto alla dirigente scolastica dell’istituto, prof.ssa Gargiulo, per sapere a quali scopi ha destinato i locali di via Reggiani e se corrisponde al vero la decisione di trasformare il laboratorio in aula. Su questo, attendiamo una risposta prima possibile”.

Post correlati
Città

Cerveteri, la città piange la scomparsa del Dottor Bruno Costantini

AttualitàCittà

Santa Marinella inserita nel titolo ''Città che legge'' 2022-2023

CittàNotizie

Civitavecchia: non riescono a mettersi in contatto con lui da ieri, uomo trovato morto in casa

Cittàpolitica

Pd Ladispoli: "Un'opportunità di rilancio per l'Etruria Meridionale"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.