fbpx
 
Attualità

Covid, in Italia 1.612 nuovi casi e 37 decessi: il bollettino di lunedì 4 ottobre 2021

Covid, in Italia 1.612 nuovi casi e 37 decessi: il bollettino di lunedì 4 ottobre 2021 –

Coronavirus, in corso riunione Cts. Possibile stretta nei fine settimana
Covid, in Italia 1.612 nuovi casi e 37 decessi: il bollettino di lunedì 4 ottobre 2021

Scendono di oltre mille unità i contagi Covid nel bollettino di oggi sul Coronavirus in Italia con i dati di ministero della Salute e Protezione Civile, ma, come ogni lunedì, calano nettamente anche i tamponi effettuati (oggi 122mila contro i 285mila di ieri), tant’è che il tasso di positività aumenta leggermente. Restano sostanzialmente stabili i decessi, mentre cresce la pressione ospedaliera (influenzata dalle poche dimissioni del weekend) sia nei reparti ordinari sia nelle terapie intensive. Ricoveri e rianimazioni sono, assieme all’incidenza, proprio i parametri in base ai quali sarà disegnata la nuova mappa dei colori delle regioni: per la Sicilia potrebbe essere iniziata oggi l’ultima settimana in zona gialla, e nessuna regione, stando ai dati Agenas odierni sull’occupazione dei reparti ordinari e delle rianimazioni, sembra destinata a lasciare la zona bianca

Intanto sul fronte vaccini il commissario straordinario per l’emergenza, Francesco Figliuolo, ieri sera a ‘Che tempo che fa’ ha dato i numeri della campagna vaccinale: “Siamo a oltre 85 milioni di somministrazioni, abbiamo superato le 42 mln e 650mila seconde dosi e questa settimana arriveremo all’80%” della popolazione over 12 immunizzata. Figliuolo ha confermato ancora una volta l’efficacia dei sieri che “difendono dal contagio al 77%, dall’ospedalizzazione oltre il 93% e dalla terapia intensiva e dalla morte il 96%” e ha dato qualche indicazione sulla terza dose. Oggi l’Ema ha dato l’ok all’ulteriore richiamo per immunodepressi e over 18, ma secondo un nuovo studio la terza dose potrebbe non essere necessaria per i soggetti sani.

Prosegue il calo della curva epidemica in Italia, anche se nell’ultima settimana il ritmo è decisamente rallentato, e si intravede una stabilizzazione. I nuovi casi sono 1.612, contro i 2.968 di ieri ma soprattutto i 1.772 di lunedì scorso, un calo di meno del 10% contro un trend che fino a fine settembre sfiorava il -20%. Con pochi tamponi effettuati, come sempre il lunedì, 122.214, 163 mila in meno, il tasso di positività sale dall’1% all’1,3%. Tornano a crescere i ricoveri (dato influenzato dalle poche dimissioni del weekend): le terapie intensive sono 6 in più (ieri -1), con 22 ingressi del giorno, e salgono a 437, mentre i ricoveri ordinari aumentano di 41 unità (ieri -66), 3.032 in tutto. I decessi sono 37 (ieri 33), per un totale di 131.068 vittime dall’inizio dell’epidemia. La regione con più casi odierni è l’Emilia Romagna (+244), seguita da Lazio (+240), Sicilia (+183), Veneto (+181) e Toscana (+131). I casi totali sono 4.679.067 e i guariti sono 2.446 (ieri 2.716), per un totale di 4.460.482. Torna a calare il numero degli attualmente positivi, 871 in meno (ieri +218), che sono 92.096. Di questi, sono in isolamento domiciliare 88.627 pazienti.

Post correlati
Attualità

42 anni fa la Strage di Ustica: abbattuto il DC9 dell'Itavia Bologna-Palermo, 81 le persone uccise

Attualità

Ballottaggi 2022: sette sindaci al centrosinistra, 4 al centrodestra, 2 alle liste civiche

Attualità

Santa Marinella, grande successo per il primo appuntamento di “delittammare” dedicato a "il caso Moro"

Attualità

Il “Leonardo Da Vinci” confermato miglior aeroporto d’Europa

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.