fbpx
CittàNotizie

Colletta alimentare: raccolti 10.000 chili di alimenti a Cerveteri e Ladispoli

Nel Lazio 5 mila volontari hanno raccolto migliaia di tonnellate di cibo: 290 in un solo giorno

Colletta alimentare: raccolti 10.000 chili di alimenti a Cerveteri e Ladispoli –

La colletta alimentare taglia il traguardo dei 25 anni e, dopo le difficoltà della crisi pandemica, torna in presenza.

In tutta Italia sono attivi 140 mila volontari e solo nel Lazio se ne contano più di 5 mila che hanno aderito e presidiato circa 430 supermercati e 20 magazzini di distribuzione.

“Un gesto capace di unire in un momento in cui tutto sembra volerci dividere”, dice Giovanni Bruno, presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus.

“La giornata della Colletta ci manifesta che sono i fatti, i gesti che innanzitutto educano, noi, i nostri figli, tutti, e possono realizzare autentica solidarietà e coesione sociale”, aggiunge.

“Ringraziamo quanti nella giornata di sabato hanno deciso di donare parte della loro spesa per chi non può permettersi di apparecchiare la tavola quotidianamente.

Grazie alla disponibilità di oltre 5 mila i volontari è stato possibile aumentare la quantità raccolta per punto vendita. Il Covid non ha indurito il cuore degli italiani”.

Lo dichiara Giuliano Visconti, presidente del Banco alimentare del Lazio.

I risultati della Colletta

Grazie ai ventidue supermercati tra Cerveteri e Ladispoli sono stati donati 9833 kg di alimenti che saranno distribuiti alle strutture caritative che assistono le persone indigenti del territorio.

Quest’anno con la Colletta si sono raccolte circa 7.000 tonnellate di cibo nonostante il momento particolare e i disagi dovuti al maltempo in numerose località.

Nel Lazio, in una sola giornata, ne sono state raccolte oltre 290 tonnellate.

Chi ha partecipato

Hanno aderito alla Colletta di quest’anno volontari provenienti dalle più disparate realtà associative del territorio: Ass. Fratello Sole Santa Marinella, Scuola Ambiente; Consulta Immigrati Cerveteri; Assovoce, Parrocchia Santa Maria Maggiore Cerveteri, Parrocchia SS. Trinità Cerveteri, Centro di Solidarietà a Cerveteri, Ass. Maraa Onlus Cerveteri; Caritas Parrocchia SS. Annunziata Ladispoli, Avo Ladispoli, Scout MASCI Ladispoli, Caritas Parrocchia San Giovanni Battista Ladispoli, Caritas Parrocchia SS. Maria del Rosario Ladispoli, Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli ultimi giorni; Ass.Sportiva Asd Dinamo; Scout Agesci Cerveteri1; Solidarietà Soc. Coop. Sociale; Caritas Parrocchia Sacro Cuore Ladispoli; Croce Rossa Italiana Santa Severa/Santa Marinella.

L’evento è stato reso possibile grazie anche alla preziosa collaborazione del personale militare dell’Esercito Italiano; dai volontari della Protezione Civile Comune di Cerveteri; Protezione Civile Cerveteri Nucleo Subacqueo; Guardie Ecozoofile Cerveteri; Protezione Civile Ladispoli; Protezione Civile Avalon Ladispoli che ci hanno garantito il supporto logistico.

“Un ringraziamento all’Amministrazione Comunale di Cerveteri e Ladispoli per l’apprezzamento dimostrato verso l’evento di carattere socio-assistenziale invitando tutti a donare”, dice Maria Giovanna Casertano, delegata Banco Alimentare Lazio ODV Cerveteri – Ladispoli.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Città

Ladispoli, Grando: “125 mila euro dal Governo per rifare i marciapiedi”

CittàCronacaNotizie

Ladispoli, maxirissa tra minorenni. Due finiscono in ospedale

CronacaNotizie

Anguillara, scoperto il corpo carbonizzato di un uomo in un campo

Cittàpolitica

Cerveteri, candidati: per Gubetti è “più importante compattare la squadra”

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.