Città

Civitavecchia, convocato per martedì 9 luglio il Consiglio Comunale

”Alla Città un governo che guardi al bene comune”

Civitavecchia, convocato per martedì 9 luglio il Consiglio Comunale

Il prossimo consiglio comunale del 9 luglio sarà per la maggioranza il primo banco di prova della dichiarata volontà del sindaco di dare alla Città un governo che guardi al bene comune e non agli interessi di bottega.

E’, infatti, all’ordine del giorno la delibera sulla definizione degli indirizzi per la nomina, la designazione e revoca di rappresentanti del comune di Civitavecchia presso Enti, Aziende ed Istituzioni così come previsto dal Testo Unico per gli Enti Locali.

Siamo certi che saranno messe in atto trasparenti procedure di evidenza pubblica attraverso le quali verranno valutati gli eventuali candidati sulla base della esperienza maturata e della competenza negli specifici settori di interesse. I fallimenti gestionali degli amministratori nominati dalla precedente amministrazione hanno determinato gravi danni alla Città; basti pensare all’ingiustificato fallimento della società Civitavecchia Infrastrutture, per il quale è stata messa in atto un’azione di responsabilità nei confronti dell’amministratore come richiesto dagli stessi Revisori dei Conti del Comune.

La drammatica situazione dei rifiuti, poi, è lo specchio delle capacità gestionali dell’amministratore di Civitavecchia Servi Pubblici.

È dimostrato che scelte sbagliate fatte per interessi di parte portano a disastrosi risultati le cui conseguenze ricadono sui cittadini.

Ci auguriamo che il sindaco faccia seguire alle parole i fatti, facendosi garante della correttezza delle scelte e smentendo quanti credono che la sospetta concomitanza delle dimissioni di un consigliere di maggioranza (tra l’altro appena eletto, e quindi a così breve distanza da una campagna elettorale in cui si profonde sempre un grande impegno per raggiungere questo risultato, a cui però poi immediatamente si rinuncia…) sia preludio ad una sua predestinata nomina ad amministratore di una società partecipata del Comune.

Qualora ciò accadesse, in considerazione della pubblicità dell’emanando bando che mal si concilierebbe con un risultato già preordinato ed in quel caso rispondente a mere logiche di partito (che renderebbe inutile e forse persino farsesca la procedura), dubitare della credibilità del sindaco e della maggioranza sarebbe, non solo da parte nostra ma della città tutta, inevitabile.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
CittàNotizie

Tarquinia, sequestrata attrezzatura balneare abbandonata sul litorale

CittàNotizie

Ladispoli e Caravaggio: "una falsa verità lunga 400 anni?"

CittàNotizie

La lettera di risposta all'assessore Marco Milani dal M5S

CittàNotizie

Trasporti,riduzione dei treni sulla Fl5, disagi per i pendolari

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista