fbpx
 
CittàNotiziepolitica

Cerveteri, l’opposizione: “L’amministrazione ritiri l’approvazione del diniego sullo stralcio parziale altrimenti daremo parere contrario”

“Nel Consiglio Comunale di oggi 24/01/2023, viene posta all’ordine del giorno l’approvazione di un’ atto con all’oggetto: “APPROVAZIONE DINIEGO STRALCIO PARZIALE ARTICOLO 1, COMMI 227-229, LEGGE N.197/2022”.

“In particolare l’articolo 1,comma 227, legge 29 dicembre 2022,n.197, dispone lo stralcio relativamente ai debiti di importo residuo, alla data del 1° gennaio 2023, fino a mille euro, comprensivo di capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni, risultanti dai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2015. In sostanza nella legge 197 approvata nello scorso dicembre, si da la possibilità di poter stralciare dalle cartelle fino a mille euro passate al ruolo, le sanzioni e gli interessi maturati, rimanendo comunque invariato il pagamento della quota capitale. A conti fatti ,il Comune di Cerveteri, grazie all’abilità contabile dei suoi dipendenti, ha calcolato che lo stralcio di queste cartelle che riguardano debiti molto vecchi, andrebbero ad incidere negativamente sul bilancio per circa 334 mila euro. Quindi, il diniego che si appresta ad approvare il consiglio comunale, sulla scorta di una sostanziosa perdita di denaro per le casse comunali, non è altro che uno specchietto per le allodole giustificato dal fatto che secondo gli illuminanti pensieri di alcuni amministratori, comunque lo stesso effetto può essere generato attraverso l’adesione alla definizione agevolata”.

“Noi dell’opposizione, siamo consapevoli della somma negativa che verrebbe meno nelle casse comunali, ma siamo altrettanto consapevoli che aderendo alla definizione agevolata, comunque con lo stesso effetto, si aprirebbe un vulnus probabilmente discriminatorio, verso quei cittadini impotenti di fronte alla complessa macchina burocratica, come anziani e soprattutto quelle persone non idonee a reperire tutte le informazioni utile per procedere in tal senso. Al fine di tutelare le persone che per vari motivi non potranno aderire alla definizione agevolata, ci batteremo in consiglio comunale sperando in un ripensamento sul diniego dello stralcio, altrimenti saremo comunque costretti a dare un nostro parere contrario”.

Bucchi Luigi

Moscherini Giovanni

Orsomando Salvatore

Ramazzotti Lamberto

Vecchiotti Emanuele

Post correlati
Città

Ladispoli, l'Istituto Alberghiero in visita al T.A.R. del Lazio

politica

Tidei (Terzo Polo): "Soddisfazione per l’ingresso nel Terzo Polo di Eugenio Trani, consigliere comunale di Ladispoli"

Città

Santa Marinella, celebrata la giornata della memoria

CittàCronaca

Santa Marinella, firmato l'atto di acquisto del terreno in zona Quartaccia

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.