fbpx
 
CittàOspiti

Cerveteri: i Rioni ripartono col botto, ora Carnevale, AVIS e si pensa alla Sagra

I Rioni ripartono col botto: l’intervista al delegato ai rapporti con i rioni, Manuele Parroccini: “Dalla prossima settimana inizieremo a programmare la prossima Sagra dell’Uva”

I Rioni stanno cercando di riprendersi il loro spazio e ci stanno sicuramente riuscendo. Dopo una Sagra dell’Uva da record e un Natale con il pieno di presenze, abbiamo raggiunto telefonicamente il delegato Manuele Parroccini per capire cosa ci aspetta. Nel corso dell’intervista tireremo le somme di questi primi 6 mesi di lavoro, parleremo delle prossime iniziative e della difficile ricostruzione della Proloco.

I rioni sono ripartiti ormai da qualche mese, come sta andando?

Direi molto bene. Già la Sagra dell’Uva è stata un successo, abbiamo deciso di collaborare e i risultati ci hanno premiato. Pensa che in appena 20 giorni, siamo riusciti a far sfilare 550 figuranti. Venivamo da un paio di anni di stop, ma siamo ripartiti forti e pimpanti. Poi ho ricevuto la delega del Sindaco e mi sono messo a lavoro. Ho pensato all’iniziativa accendiamo un albero e anche quella ha avuto un buon riscontro”.

Avete archiviato il Natale riscuotendo un grande successo

“Abbiamo collaborato al presepe vivente e poi un affluenza mai vista per la Befana. Sono state stimate circa 2000 presenze, un numero decisamente inaspettato. Inizialmente ho anche avuto un po’ di paura. Infatti, abbiamo dovuto pensare all’ordine pubblico e quando ho visto tutte quelle persone mi sono allarmato, fortunatamente è filato tutto liscio”.

Cerveteri, Manuele Parroccini nuovo delegato ai rapporti con Rioni e Pro Loco

Le faglie con l’amministrazione sono state sanate?

“Per quanto mi riguarda sì, Elena mi lascia margine d’azione e i Rioni hanno capito che direzione prendere. Abbiamo trovato la quadra, poi il sindaco è molto disponibile e ama le nostre tradizioni. Per questo, ogni volta che i rioni chiedono qualcosa, lei si attiva al centro per cento. Inoltre, abbiamo chiesto una sede e stiamo lavorando anche in questo senso”.

State ricostruendo anche i rioni che avevano avuto qualche difficoltà?

“Sì, abbiamo riformato il Rione Boccetta e siamo al lavoro per il Tyrsenia. Abbiamo ritirato su la Fornace e ci stiamo attivando nelle frazioni. Attualmente sono operative le Due Casette e il Sasso, ma sono stato contattato anche dai ragazzi di Pian della Carlotta e dei Terzi”.

C’è qualche novità in arrivo?

“Abbiamo avviato un rapporto di collaborazione con l’AVIS di Cerveteri. A rotazione mensile, i rioni offriranno la colazione ai donatori e accompagneranno le persone a fare la propria donazione. Non solo, stiamo cercando di organizzare il Carnevale. Le frazioni lavoreranno insieme per un evento che si terrà a Cerenova, mentre con i rioni stiamo pensando ad un evento in Piazza Risorgimento, ma non c’è nulla di ufficiale”.

Per la Sagra dell’Uva?

“E’ sicuramente presto, ma inizieremo gli incontri già dalla prossima settimana. La sessantesima sagra sarà in grande”.

Prima di salutarci, vorrei parlare della Proloco, com’è la situazione al momento?

“Non nego che abbiamo un po’ di difficoltà, il Presidente c’è, ma non può lavorare come vorrebbe e non può nemmeno lasciare la carica per una serie di motivi. Ciò non toglie che ci sentiamo e collaboriamo tranquillamente. Però c’è una presenza limitata e non hanno né sede né fondi, perché non possono accedere ai bandi a causa di un periodo di scarsa attività. Insomma, stiamo cercando di riattivarla, ma con fatica”.

Giorgio Ripani

Post correlati
CittàCronaca

Cerveteri, ciclista investito sulla Settevene Palo

CittàCultura

Sagra del Carciofo romanesco: tariffe ferme al 2019

Città

Il Vescovo Ruzza: “Accogliere chi è solo per difendere la vita”

Città

Cerveteri, Consulta dei Cittadini Migranti e Apolidi: il primo incontro

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.