fbpx
 
AttualitàCittà

Ladispoli: al Bosco di Palo arriva la Befana del Nogra

Appuntamento il 6 gennaio alle 10 all’interno dell’Oasi naturale. Evento gratuito ma necessaria la prenotazione

Ladispoli: al Bosco di Palo arriva la Befana del Nogra –

Mentre i bimbi si sveglieranno esultanti ed emozionati per scoprire che cosa ha lasciato nelle loro calze la Befana (giochi e dolci o carbone?), la simpatica vecchietta si preparerà per volare ad incontrare i suoi “ammiratori” e magari per riposarsi un po’ dalle fatiche della notte.

Al Bosco di Palo è infatti attesa la Befana del Nogra.

L’appuntamento ovviamente è per il venerdì 6 gennaio. La Befana potrebbe essere avvistata già alle 10.

Bosco Palo Befana Nogra

Per partecipare all’evento (gratuito) sarà però necessaria la prenotazione al numero: 3313921324.

Ladispoli: al Bosco di Palo arriva la Befana del Nogra. Ma chi è la simpatica “vecchietta”?

La Befana originariamente rappresentava l’anno appena passato: un anno vecchio proprio come lei. I regali che portava erano dei simboli di buon auspicio per l’anno che sarebbe iniziato.

Nella tradizione cristiana, la storia della simpatica vecchietta è legata a quella dei Re Magi.

La leggenda narra che in una notte d’inverno freddissima, Baldassarre, Gasparre e Melchiorre, nel loro lungo viaggio verso Betlemme per portare i doni a Gesù Bambino, non riuscendo a trovare la strada chiesero informazioni a una vecchietta che indicò loro il cammino.

I Re Magi allora invitarono la donna a unirsi a loro ma nonostante le loro insistenze la vecchietta rifiutò l’invito.

Quando i tre partirono la donna si pentì per non averli seguiti e così riempì un sacco di dolci e si mise a cercarli, ma senza successo.

La vecchietta dunque iniziò a bussare ad ogni porta, regalando a ogni bambino che incontrava dei dolcetti nella speranza che proprio uno di loro fosse Gesù Bambino.

Post correlati
CittàCronaca

Cerveteri, ciclista investito sulla Settevene Palo

CittàCultura

Sagra del Carciofo romanesco: tariffe ferme al 2019

Città

Il Vescovo Ruzza: “Accogliere chi è solo per difendere la vita”

Città

Cerveteri, Consulta dei Cittadini Migranti e Apolidi: il primo incontro

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.