fbpx
 
Sport e Salute

Borgo San Martino, arriva Gabriele Rendina

All’ex tecnico di Cavese e Morolo il compito di traghettare una squadra ai vertici del campionato 

Borgo San Martino, arriva Gabriele Rendina –

Sciolta ogni riseva dopo una lunga trattativa, a guidare il Borgo San Martino arriva Gabriele Rendina ( foto Roberta Buzzonetti).

Borgo San Martino, arriva Gabriele Rendina
Borgo San Martino, arriva Gabriele Rendina

Un colpo da novanta del presidente Andrea Lupi che è riuscito a convincere l’ex allenatore della Cavese ad assumere la guida tecnica dei gialloneri .

E’ considerato un allenatore preparato, talentscout di molti giovani lanciati nell’orbita del professionismo.

E, nel suo curriculum, saltano  agli occhi molte panchine in serie D tra Selargius, Ostia Mare e Anzio, e parentesi nei settori giovanili di Lazio e Ternana. 

Lo scorso anno la breve parentesi con la Cavese in Eccellenza, durata più di un mese con risultati positivi,  lo ha portato alle dimissioni per motivi personali.

Oggi ricomincia dalla Prima categoria, stimolato da un progetto ambizioso di una dirigenza che ha dichiarato di voler salire in Promozione.

Il presidente Andrea Lupi,  convinto dell’ottima scelta, vuole costruire una squadra molto competitiva.

Borgo San Martino, arriva Gabriele Rendina
Borgo San Martino, arriva Gabriele Rendina

“Rendina ha il profilo adatto per le nostre richieste, ha le caratteristiche di un allenatore che sa lavorare bene, sopratutto con i giovani.

Credo che meglio non si poteva, ne sono tutti d’accordo.

Ci siamo confrontati con Antonella Rizzato, il main sponsor, lei stessa ci ha spinto a concludere la trattativa – commenta Lupi- ora con il ds Discepolo ci metteremo a lavoro, puntelleremo i programmi e discuteremo sul da farsi. 

Il nostro obiettivo è comporre una squadra giovane che sposi il progetto.

Vogliamo salire in Promozione, proveremo a conquistare questo traguardo senza farci sopraffare dalle pressioni. 

Siamo reduci da una salvezza al fotofinish, non è mai facile vincere, pertanto bisogna lavorare a testa bassa e compiere i passi giusti” .

La dirigenza che si è ampliata anche nella struttura organizzativa ha in canna un altro colpo, un nome di esperienza da cui attende una risposta 

Fa.No.

Post correlati
CittàSport e Salute

Urbantrail Odescalchi: gara di corsa alla scoperta del territorio

CittàSport e Salute

“Ladispoli, i tifosi ci possono salvare”

CittàSport e Salute

Academy Ladispoli, suona la carica il neo direttore sportivo Oberdan Scotti: "E' il momento di dimostrare quanto valiamo"

CittàSport e Salute

Civitavecchia, stadio Fattori: "Conto alla rovescia per l'apertura del cantiere"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.