fbpx
Attualità

A Cerveteri “Il Monumento naturale Palude di Torre Flavia, tra tutele ambientali e sviluppo del turismo sostenibile”

Appuntamento giovedì 2 dicembre alle 10.30 al palazzo Granarone di Cerveteri

A Cerveteri “Il Monumento naturale Palude di Torre Flavia, tra tutele ambientali e sviluppo del turismo sostenibile”

“Il Monumento naturale Palude di Torre Flavia, fra tutele ambientali e sviluppo del turismo sostenibile” è il titolo dell’evento promozionale che la Città metropolitana di Roma Capitale terrà a Cerveteri nell’Aula Consiliare presso Palazzo del Granarone, messa a disposizione dallo stesso Comune di Cerveteri.

Cerveteri Monumento Torre Flavia

L’evento, organizzato per la mattina di giovedì 2 dicembre a partire dalle 10.30, si inscrive nell’ambito delle attività connesse al progetto europeo LABELSCAPE Interreg-MED.

Nel corso dell’iniziativa si parlerà di certificazioni ambientali e turistiche, dei passi fatti finora dal progetto LABELSCAPE, delle aspettative locali e degli strumenti che il team di progetto ha messo a punto per orientare e supportare tutti coloro che intenderanno intraprendere la via della sostenibilità.

Al dibattito parteciperanno rappresentanti degli Enti locali e associazioni, tour operator ed esercenti interessati ai temi della sostenibilità ambientale e della promozione turistica.

Che il turismo rappresenti una occasione di sviluppo economico per l’area intorno al Monumento naturale, è innegabile. D’altro canto un turismo non indirizzato sulle giuste modalità può costituire una minaccia per i delicati ecosistemi della Palude di Torre Flavia, protetti dalla Città metropolitana di Roma.

L’area naturalistica, infatti, è un esempio di biodiversità posto a ridosso di una area urbana viva e produttiva e di una costa sabbiosa meta di centinaia di migliaia di persone.

La presenza della specie protetta del fratino o l’eccezionale schiusa delle uova di tartaruga Caretta caretta, sono due esempi di come la vita naturale di questi luoghi sia una ricchezza da preservare.

A dover essere sostenuta, d’altro canto, è anche la capacità di produrre e di generare ricchezza nelle aree che circondano la riserva naturale.

Due facce della stessa medaglia che possono convivere solo con il rispetto per l’ambiente con strumenti che aiutino la “sostenibilità”.

Per questo la strada delle certificazioni ambientali sembra poter aprire una nuova stagione all’insegna della promozione turistica e della tutela ambientale.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Attualitàpolitica

Presidente della Repubblica, Berlusconi rinuncia alla candidatura

AttualitàCronaca

Mustafà è arrivato in Italia

AttualitàCronaca

Pomezia, operaio precipita all'interno di un capannone e perde la vita

AttualitàCittà

Ladispoli, prosegue la sorveglianza all'interno delle scuole

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.